Poesie di Antonio Prencipe

Studente, nato sabato 29 giugno 1991 a Mattinata Prov. FG (Gargano) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Antonio Prencipe

Bisogno di te

Sei tu il mio sbaglio più bello
sei volata in cielo
senza avvisare
Sento ancora il tuo odore sulla mia pelle,
Sei troppo importante per me
e anche se,
sono costretto
a soffrire ogni secondo della mia vita
per il semplice e naturale bisogno di te
sbaglierei ancora, ancora e ancora
perché l'emozione che mi regala
ogni tuo ricordo nemmeno il mare
potrà mai spegnere.
Antonio Prencipe
Composta martedì 15 giugno 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonio Prencipe

    Dormivamo qui

    Noi dormivamo qui
    qui tra le rovine di questo mondo
    qui tra l'inferno del nostro vivere
    e il paradiso della nostra guerra
    Noi dormivamo qui
    qui dove la luna invidia i nostri sogni
    e le stelle cadono felici nei nostri cuori
    Ora dove sei?
    Cosa fai?
    Ci pensi mai che il sole è vicino al mare
    quell'inverno che dormivamo qui
    Riparto da qui
    senza sperare e senza sognare
    con la consapevolezza che non ci sei
    Quella morte bastarda ti ha preso con se
    e i miei sentimenti sono morti insieme a te
    Sono salito fino in cielo per stare con te
    ma quell'angelo maledetto mi ha chiuso le porte
    e mi ha fatto sprofondare di nuovo nell'immenso
    Ti prego torna qui e combattiamo il cielo insieme.
    Antonio Prencipe
    Composta domenica 13 giugno 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonio Prencipe

      Francesca "Kekka"

      Tu che illumini la mia vita nelle sere d'inverno
      Tu che con la tua voce fai sorridere il mio cuore
      Io che vivo dei tuoi sorrisi
      Ti ringrazio perché senza di te non vivo
      Ti ringrazio perché con te ho pianto lacrime amare
      Ti ringrazio perché quando ho bisogno tu sei accanto a me
      Ti ringrazio perché sei il mio angelo danzante
      Ti ringrazio perché senza di te mi perderei nelle tenebre assassine
      Quelle notti in riva a mare a piangere e sognare
      Quell'estate a ridere e scherzare
      Quel desiderio di noi
      Tu sei il mio tatuaggio stampato nel cuore
      Sei una delle mie poche ragioni di vita
      Ti ringrazio e ti ringrazierò per sempre
      Amore mio questa poesia e per te
      Amore mio ti regalo la mia anima guerriera
      Resterò sempre nel tuo cuore
      Anche se la vita ci ha diviso io resterò sempre
      il tuo piccolo guerriero.
      Antonio Prencipe
      Composta sabato 12 giugno 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Antonio Prencipe

        Ogni cosa sa di te

        Ogni volta che penso a te
        una lacrima scende veloce sul mio viso,
        Ogni volta che parlano di te
        il mio cuore non regge e
        scappa via,
        Ogni volta che osservo una tua foto
        la mia anima si nasconde e cade giù,
        giù, dove sono riposti i miei sentimenti
        giù, dove l'inferno divora le mie stelle
        Perché,
        tu sei volata in cielo ed io sono ancora qui
        a parlare con l'aria e a rincorrere un amore perso nel vento
        Perché,
        ti amo ancora
        Perché,
        la notte porta ancora il tuo sapore
        Amo ogni cosa che sa di te,
        Ora non ci sei più
        ma ogni cosa ha il tuo odore
        Tutto profuma di te
        anche le mie lacrime
        hanno il tuo profumo.
        Antonio Prencipe
        Composta martedì 8 giugno 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Antonio Prencipe

          Dolce inferno

          Non ho più voglia
          di correre dietro un pezzo di cielo che non cade giù,
          dolore e amarezze bagnano il mio viso ormai stanco
          con il sorriso di chi ha detto troppi si

          Ormai
          non resta che il rimpianto di una vita
          che sconti non ne fa,
          sono solo un angelo senza ali che combatte per la sua verità

          Come si fa
          ad amare un sole che non riscalda
          più il mio cuore ormai spento,
          il mio sangue non perdona

          Non posso
          ringraziare un Dio che si è rubato
          la mia adolescenza regalandola al cielo,
          posso solamente amare un'inferno che mi ha regalato la felicità,

          Non giudico
          chi mi ha tradito e
          poi di notte mi ha sognato.

          Ho gettato
          orizzonti giù dalla finestra,
          ho rinchiuso amori e sesso
          per un attimo di dolore

          Non tradirò
          mai il tuo Addio
          perché è proprio di quel tuo Addio
          che io mi nutro e vivo.
          Antonio Prencipe
          Composta domenica 6 giugno 2010
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di