Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Antonio Mugnai

Nato a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Reverendo Oscuro

Antea

Mi perdo e brucio
nel suo sangue,
pozzo irrequieto
d'amore.
C'è un'emergenza
qui nel profondo,
scatena libido e lividi,
e più mi guarda
più orgoglio io perdo,
sconfitto e posseduto
la possiedo...
ancora
nell'oscurità della mente
tra i segreti di morte,
lontana ed al sicuro
nascosta.
Viva. Vive.
Resta mia
in ogni allegoria,
le confesso i miei orrori
nell'antro dei piaceri
e resta viva
e non scappa via
ma più la guardo
più speranza lei perde,
sconfitta e posseduta
mi possiede!
Composta giovedì 19 aprile 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Reverendo Oscuro

    Inkommunikabilität

    Nero desiderio scompone il pensiero.
    L'idea di Dea che avevo
    sfuma nel fumo tra le tue labbra.
    Il cuore mi pare annegare,
    respinto, spinto, sospinto,
    sospiro sui marciapiedi a motore,
    fra antenne minacciose
    ed i tuoi seni di panna.
    Ogni torre, ogni re
    è un me che crolla.
    Sai d'affanno
    come il giorno sottile
    nelle bocche affamate d'ieri.
    Riprova in Babele,
    ritrova l'errore di comunicazione.
    Se al rosso inchiodi,
    al verde sparisci
    rubando silenzi,
    lasciando ricordi
    e rumore.
    Composta martedì 19 maggio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Reverendo Oscuro

      Lacrime proibite

      Dimmi chi sei davvero
      spietato demone incantatore
      sei la mia giusta punizione
      o soltanto finzione?
      Nei tuoi abiti lisi
      io m'accingevo ad entrare
      sulle tue labbra carnose
      non smettevo, oh mai di osare
      baciarti
      accarezzarti
      illudermi beato!

      Allora dimmi che vuoi ancora
      da me, oh schiava del mistero
      e dell'orgoglio insano
      sul tuo volto stendo un velo
      ora, ho bisogno d'offuscarti
      vorrei non soffrir più invano
      nell'eufonia di perdere, di perderti.
      Nei tuoi abiti lisi
      io mi riscopro un fantasma
      sulle tue labbra carnose
      sangue velenoso
      baciarti
      accarezzarti
      e soccombere come un dannato!

      Esalando ultimi respiri
      dai miei occhi non sgorgheranno più
      lacrime proibite!
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Reverendo Oscuro

        Morbida musa.

        In quel mistero sei nuda,
        radici su letti,
        il mio corpo ti arma
        ed attingi
        ed annerisci la luce
        con sudore di candela.
        Soli come in un silenzio
        unico,
        pioggia e respiri
        quando le ombre sanno distruggersi
        in forme d'abisso.
        Con la pazienza dello schiavo
        scovo il tuo lato più osceno
        facendoti schiava
        del desiderio di renderti schiava.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Reverendo Oscuro

          Estasi e stasi

          Estasi e stasi,
          salvami o uccidimi.
          Il giorno è troppo grande per me,
          la notte mi sta stretta
          ed ho fame di te adesso
          salutami o uccidimi,
          tra le carceri senza tempo
          e l'ingovernabilità della mia mente,
          niente è più così vuoto,
          o così dolce,
          niente sfugge ad un cuore che ama
          e che in silenzio
          nasconde la sua ira.
          Registra le rughe sul viso,
          il mutare degli occhi
          e di ciò che essi apprendono
          salvami o uccidimi.
          Il giorno è troppo grande per me,
          la notte mi sta stretta,
          non sazia, la fame non aspetta.
          Vota la poesia: Commenta