Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Antonino Gatto

Libero professionista, nato martedì 16 maggio 1972 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Antonino Gatto

Segreto!

Fitto il tuo mistero,
che porti seco ogni tuo giorno,
inutile celarlo
potrebbe far ritorno.

Acuta la tua mente
che non lo vuol svelare
crollerebbe forse un muro
che hai fatto fatica a edificare.

Neppure a quel sacrale
l'hai saputo confessare,
ma quella bianca pagina del tuo diario
avrebbe molto da raccontare.

È ancorato nel tuo Cuore,
fa parte del tuo io,
questo tuo segreto
che conosce solo Dio.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonino Gatto

    Soli si muore...

    Attonito restai a guardare,
    lo scorrere della mia vita,
    impaziente di vederla sfociare,
    nel mare di una spiaggia gradita.

    La corrente spesso un po' angusta,
    tormentava la mia convinzione,
    dubitando tra la via giusta,
    o il miraggio di una folle illusione.

    Quanti paesaggi incantati ho passato,
    senza neppure cogliere un fiore?
    Forse sperando di arrivare d'un fiato,
    alla mia meta e piantarvi il mio cuore!

    Ed ora son quì,
    ad un ramo impigliato,
    aspettando la tua mano
    a salvarmi dal fato!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonino Gatto

      Amore reciso

      Passeggiando in cerca d'amore
      nell'immenso prato della Vita,
      resto attratto dal profumo di un fiore
      che ha alleviato la mia strada in salita.

      Così forte è stato l'inebrio,
      che a resistergli non ho potuto,
      e l'ho colto col desiderio
      di dar voce al suo cuor sordomuto.

      Instancabile mi son dedicato
      alle cure più premurose,
      per bagnare il suo animo delicato,
      come il vaso di un mazzo di rose.

      Ora il fiore che ho colto è appassito,
      ma del suo stelo conservo l'amore
      che ho donato ad un corpo ferito
      dal mio desiderio di cogliere un fiore.
      Composta mercoledì 21 dicembre 2005
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Antonino Gatto

        Tu che mi taci

        Tu che mi taci,
        e che ti volti quando mi incroci.
        Tu che hai la mappa dei miei pensieri,
        e la usi come guida sempre più di ieri.
        Tu che hai lottato per stare sempre insieme,
        e sai che questa lontananza non ti fa star bene.
        Tu che per orgoglio non chiederesti mai perdono
        e ti aspetti che sia io, a farti questo dono.
        Ora mi leggi, e sai già che parlo di Te,
        ed un brivido ti sfiora, pesando ancora a Me;
        ma non basterà una semplice poesia,
        a portare pace, in questa tua follia,
        che ci ha costretti lontani nel cammino,
        nonostante le foto, sul nostro comodino.
        Forse verrà il giorno che torneremo ancora insieme,
        perché questo distacco davvero non conviene,
        e come ogni anno ritorna primavera,
        vedrai che questo sogno, prima o poi si avvera.
        Si è fatta notte fonda e ti devo salutare,
        ma ricorda che forse entrambi abbiamo molto da imparare.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Antonino Gatto

          Il volo di un'Anima

          Planando come un gabbiano
          nel soffio della tua esistenza
          ho visto un mondo
          che nessuno standoti accanto,
          ha mai notato.
          In quel mare mi sono immerso,
          senza alcun timore
          ed ho pescato
          il frutto del tuo amore.
          Da quando non ci sei
          ho smesso di volare,
          e giorno dopo giorno,
          affondo sempre più
          nell'abisso della tua assenza.
          Ma mi basta ricordare
          i tuoi occhi
          per rivedere la tua luce,
          ed il vento come una brezza
          ritorna ad accarezzare il mio viso
          asciugando una lacrima
          che il tuo sorriso si porta via.
          Vota la poesia: Commenta