Le migliori poesie di Antonino Gatto

Libero professionista, nato martedì 16 maggio 1972 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Antonino Gatto

Il volo di un'Anima

Planando come un gabbiano
nel soffio della tua esistenza
ho visto un mondo
che nessuno standoti accanto,
ha mai notato.
In quel mare mi sono immerso,
senza alcun timore
ed ho pescato
il frutto del tuo amore.
Da quando non ci sei
ho smesso di volare,
e giorno dopo giorno,
affondo sempre più
nell'abisso della tua assenza.
Ma mi basta ricordare
i tuoi occhi
per rivedere la tua luce,
ed il vento come una brezza
ritorna ad accarezzare il mio viso
asciugando una lacrima
che il tuo sorriso si porta via.
Antonino Gatto
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonino Gatto

    13 maggio 2013

    Sordo il tuo silenzio,
    d'orgoglio alimentato,
    lo sento certe notti,
    ed ancor mi toglie il fiato.
    Due cuori sempre uniti,
    dall'imprevedibile euforia,
    nel vivere momenti
    che oggi sfumano, in nostalgia.
    Le rose sotto al duomo,
    sul pino, o in altalena,
    gli scacchi a corpi nudi,
    i brividi alla schiena.
    Ed ancora mi domando
    che cosa sia successo,
    per chiudere una storia
    in fondo ad un cassetto.
    Ricordi la promessa
    di quell'appuntamento?
    Ti aspetterò alla noce
    con i capelli al vento.
    Verrò con i bambini
    che potevano essere i tuoi,
    per correre sui prati
    nel caso in cui, non ci sarai!
    Antonino Gatto
    Composta martedì 13 maggio 2003
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonino Gatto

      L'anno che verrà

      L'anno che verrà
      vorrei fosse speciale,
      perché siamo tutti stanchi
      di un anno da rifare.

      L'anno che verrà
      vorrei fosse di pace,
      perché la vita è un dono,
      e la morte è un furto, a bassa voce.

      L'anno che verrà
      vorrei che fosse l'anno del perdono,
      affinché ciò che è scritto...
      entri nel cuore di ogni uomo.

      L'anno che verrà
      vorrei che fosse solare,
      perché solo il vento della gioia
      le nuvole del pianto può spazzare.

      L'anno che verrà
      sarà l'anno dell'Amore,
      per sentire anche in Alaska
      il calore dentro al cuore.

      L'anno che verrà
      sarà l'anno che vuoi anche Tu,
      ed è per questo che i nostri Figli
      i nostri anni, non li vedranno più!
      Antonino Gatto
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Antonino Gatto

        Di fronte al solito specchio

        Bussi alla tua porta,
        e ti rivedi
        vent'anni più vecchio,
        con un bagaglio sulle spalle
        di chi
        ha combattuto mille battaglie.
        Ora sorridi ai problemi,
        che fino a ieri ti avrebbero messo in croce,
        e ti accorgi di averne altri
        a cui sorriderai tra vent'anni.
        Ti emozioni,
        quando guardi negli occhi tuo figlio,
        ed un brivido ti sfiora la pelle, quando pensi agli occhi con cui ti guardava tuo padre.
        Ed il sesso che fino a ieri cavalcavi come il più esperto fantino,
        oggi si placa nella conquista di un amore che ti ha reso padre, e poi nonno,
        ed ha saputo leggere nel tuo destino.
        Con un solo amico al tuo fianco, hai vinto mille battaglie,
        ed il tuo grande rammarico, è di averne perso le tracce,
        ma ancora il ricordo di quegli anni ti strappa un sorriso.
        Nel mentre il tempo scorre inesorabilmente, e aggiunge una ruga al tuo volto,
        mentre Tu difronte allo specchio, oggi togli un capello bianco dal tuo vestito nuovo.
        ... e di quel denaro che con tanta fatica hai messo da parte, non sai più che farne...
        Antonino Gatto
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di