Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Antonino Gatto

Libero professionista, nato martedì 16 maggio 1972 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Antonino Gatto

100 e 1000 consigli

Cosa è giusto e cosa no,
chi può dare una sentenza?
Forse il Papa, o un magistrato,
oppure un monaco, o un avvocato?
Molto spesso la giustizia,
s'intravede nella legge,
ma la cosa che ci sfugge,
e ci crea un gran tormento,
è sapere come estrarla,
dal più antico testamento?
Forse è invano ricercare,
cosa è bene o cosa è male,
ma la mia filosofia
che mi guida nella via,
sta nel prendere decisioni
che mi diano frutti buoni.
Ogni cosa che facciamo,
di per se, la seminiamo,
e la vita che viviamo,
è solo il frutto che mangiamo!
Quindi se non vuoi sbagliare,
pensa bene a cosa fare,
e non essere imparziale,
scegli il bene e non il male.
Non serviranno gli avvocati,
e lo vedremo dai risultati,
che daranno ai nostri figli
100 e 1000 più consigli!
Composta mercoledì 16 dicembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonino Gatto

    Come un granello di sabbia

    Ho affidato al mare i miei pensieri,
    non sapendo dov'eri, fino a ieri,
    sono stati cullati come fronde,
    in balia dei venti, e delle onde.

    Hanno visto migliaia di tramonti,
    e affrontato le più anguste correnti,
    per arrivare a sciogliersi come fiocchi,
    nel granello di sabbia, dei tuoi occhi.
    Composta venerdì 20 novembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonino Gatto

      Poesia

      Un foglio innevato
      ed inchiostro corvino
      insieme a banchetto
      per un progetto divino.

      Mescolare a dovere
      pensieri e parole
      e sposarli in eterno
      alla luce del sole.

      Così sono nate
      sotto luce soffusa
      esemplari poesie
      dalla grammatica confusa.

      Portate dal fato
      a sfiorare ogni cuore
      con orecchio sincero
      e dentro l'animo amore.

      Per donare un brivido
      che ti tocchi e fugga via,
      verso la prossima anima
      bisognosa di poesia.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Antonino Gatto

        Il pesce innamorato...

        Mia dolce gabbianella con fame d'amore,
        che dall'alto m'osservi e mi vorresti mangiare,
        io guardo i tuoi occhi e mi sento volare,
        mentre nuoto da anni nel profondo del mare.

        Tu parli una lingua che non posso capire,
        a volte mi sfiori e mi sento sfinire,
        sognando quel giorno, per donarti il mio amore,
        e sentirmi morire sfamando il tuo cuore.
        Composta sabato 13 marzo 2010
        Vota la poesia: Commenta