Le migliori poesie di Antonietta Palermo

Scrivo e leggo molto., nato mercoledì 10 aprile 1957 a Rocca Imperiale (CS) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: nina.*

Sole che sorgi

Cos'è l'amore!
E una parola importante
Che illumina chi è innamorato
attorno a te c'è amore e tu lo sei
a ore è un cuore che batte
e quello spunto che fa sopportare tutto...
è il sole che sorge
Ti amo, si ti amo
Tu che leggi fra queste mie righe,
i miei segreti
Tu che hai fretta di terminare un compito,
perché in te non c'è interesse
fermati, non correre oltre, io sono
solo una piccola grande parola
Chi sono io per toccare il tuo cuore a in tua insaputa
Io oggi ho riscelto te
Parecchie volte ho bussato al tuo cuore, non c'eri
Sai, cosa avevi perso? L'amore...
Antonietta Palermo
Composta giovedì 20 settembre 2001
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: nina.*

    La tua folle corsa

    Dove corri così, veloce,
    freccia contro l'aria
    quando arrivi la tua voce tonante, squilla
    Corri sui binari roventi
    Rientri nei miti delle invenzioni
    Da mano esperte ti lasci guidare
    mette paura la tua folle corsa
    verso mete lontane
    Le destinazioni sempre quelle
    or porti la gioia, or tristezza
    Ti ripeti, corri, corri
    ogni volta temi che la tua corsa
    diventi la tua morte
    no, non è la tua follia, non è la tua corsa
    Siamo noi, questa sete di progresso
    questo bisogno irraggiungibile dei primati
    i primi in assoluto, i primi in tutto
    anche tu macchina di ferro
    con il cuore che ti scoppia, non deludi
    la speranza di un abbraccio lontano
    in pochi minuti.
    Antonietta Palermo
    Composta sabato 13 gennaio 1996
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: nina.*

      Sogno e bisogni

      Sogno nei Sogni
      Sogno il paese delle fate
      Afferriamo le ali come farfalle
      Voliamo nella fantasia
      di un'Apocalisse,
      nel tunnel delle ombre ci difendiamo.
      Scacciamo gnomi e folletti
      camuffati,
      da piccoli animaletti
      mostriciattoli, senza corpo
      senz'anima
      a volte tocchiamo
      le stelle, ci attacchiamo
      alla coda di una cometa.

      E sogni...

      Sogni le ombre colorate
      Sogni l'arcobaleno dei sette colori
      che unisce i due poli
      Sogno questa alleanza che ci
      unisce a Fratellanza.
      Antonietta Palermo
      Composta sabato 11 luglio 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: nina.*

        Orgoglio

        Le tue parole fluttuano come perle.
        I tuoi silenzi mutano
        i colori.
        Alcuni rotolano negli angoli
        sfuggono alla presa
        altre le ho raccolte
        per conservare i tuoi silenzi
        mutarle così in parole.
        Gli angoli parlano di te.
        Stringo le mie mani nelle mani
        lo sguardo perso.
        Ti strinsi troppo forte
        non potevi chiamarmi amore.
        Volevo sfiorarti le labbra
        con un bacio.
        La paura di rovinare tutto
        lo impedii,
        di corrompere il silenzio.
        L'urlo in me rimane!
        Il dolor provai per orgoglio mio.
        Antonietta Palermo
        Composta nel 1995
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di