Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Alienodel5000

Il senso e le cose

Il ricordo sensoriale di profumi atmosfere passati
tutto lontanissimo ed a portata di un angolo svolto

la mente lavora falciando l'erba alta opprimente
non c'è il sentiero ed il passo indugia in svolte

natura comanda e trascina scarti imperiosi per mano
non c'è tempo di far luce la terra ingoia il passo

ricerca dubbio emozione la mente si sfianca e geme
la notte incombe e la luce ferisce e non da tregua

non c'è il percorso e le direttrici illudono circolari
il senso del cammino la consapevolezza dell'assenza.
Vota la poesia: Commenta