Scritta da: Anonimo Mare

Pare inclinarsi

Pare inclinarsi
il supermercato
sotto il trottare corrusco
dei carrelli.
Tra corsia e corsia
tra una brama e l'altra
un andare e venire
come un sorgere
e tramontare.
Una bimba corre
con una casa fra
le mani.
Una casa dove
non si entra.
I signori clienti sono
pregati di avvicinarsi
alle casse.
Si chiude.
È lì che al palo
attende fedele
un cane.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di