Scritta da: Gaetano Palmese

Tanto dice il suo viso

Tanto dice il suo viso
che tutti i dizionari di questa terra
parole non hanno per descriverlo

La sua pelle liscia come un velo di seta,
le sue labbra rosse come ciliegie, raffinate come vino.
Le sue guance sono oro sopraffino
ed i suoi occhi sono due chicchi d'uva.

Ella è tutta una delizia,
alla natura tanto ha sottratto
mentre Dio era distratto.

E quel candido viso
ancora tante ne dirà
ma la natura un posto come quello
mai lo lascerà.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Psiche

    Donna-terra

    Se solo potessi averti per sempre mio,
    come la terra fa con tutti noi
    ti attirerei a me.
    Gravato da una forza invincibile,
    tu staresti disteso a contare le stelle.
    Ed io, con la tua pelle giovane
    vicina, potrei sentire
    la vita che pulsa nel tuo corpo,
    calda come baci di sole
    sul mio cuore di donna-terra
    che gira e mai si stanca
    di offrirti i suoi paradisi più ameni.
    A te solo mostrerei ogni meraviglia
    e per te i miei infiniti abissi
    si farebbero culle a misura d'uomo.
    Ma tu sei il centro, sole mio.
    Tua è la forza più grande,
    irresistibile, che mi attrae
    e mi respinge al tempo stesso,
    inchiodandomi qui,
    su una linea invisibile,
    distante anni luce da te.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Psiche

      Custode della mia anima

      Come una piaga
      Ti fai strada sulla mia pelle
      Sei un virus purulento
      Un batterio immondo del male

      Ti sei cucito intorno al mio corpo
      Con mani esperte, parola dopo parola
      Tocco dopo tocco
      A soffocarmi col tuo fetore
      È questo che tu chiami amore?

      Mi hai attratta alla tua dimora
      Vestito di luce
      Così dolci le tue labbra...
      Così amaro il tuo silenzio
      Quando mi hai voltato le spalle
      E avevi ancora in mano
      Le chiavi, mio Signore

      Chiusa in questa bara
      Non sono né viva né morta
      E soffro di un'eterna attesa di passi.
      Anonimo
      Composta giovedì 28 febbraio 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di