Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: betulla65

Oltre

Il volo dei gabbiani sorvolando onde in burrasca
oltre il luccichio del sole che specchia sull'acqua
all'orizzonte una linea scura a limitare l'oltre
che pare finire allo sguardo.
Ma nella mente l'oltre non si ferma
va oltre il pensiero va oltre lo sguardo
le stesse onde s'accorgono e indietreggiando
lasciano spazio alla sabbia dorata e bagnata come
a fare da cuscino al luccichio dell'oro che riflette.
Vanno oltre i profumi di un inverno che lascia
i gabbiani al loro destino
al loro mondo finalmente incontaminato.
vanno oltre i pensieri che si accontentano
dei ricordi di una stagione di vita.
Composta venerdì 4 gennaio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Matteo Scabeni

    Tempo antico

    Quel tempo è passato,
    ma ancora fresco è il ricordo,
    lei, che dalla cattedra
    vedea ogni cosa
    dal minimo dettaglio
    al grande diserto,
    lei, che con piacere ascoltava
    i nostri tristi problemi.

    Il tempo antico
    ormai è passato e,
    quei dolci momenti,
    riviver non si potrà
    poiché il tempo tradisce
    e tristemente passa
    ripugnando il passato
    come in tradimento.

    Nel ripensare a ciò,
    la mente duole,
    gli occhi lacrimano,
    la bocca si tortura,
    e le tese membra
    richiamano il core
    per scaricare il dolore,
    solo la tensione sovrana governa.

    Oh, se potessimo
    tornare indietro a quel tempo
    oh, quando la tristezza rinchiusa
    prese il sopravvento
    né l'allegria, pura e dolente,
    né l'affetto, triste e caro,
    poterono ricucir una così
    aperta e rosea ferita.

    E, come d'autunno
    cadon le foglie e
    di esse l'anima muore
    scendendo lentamente
    sul freddo e umido suolo,

    anche noi, dalla distanza
    afflitti e uccisi nel profondo
    scendiamo nel baratro nero,
    dal quale salir si può
    solo ripensando a quel tempo antico...
    Vota la poesia: Commenta