Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: FaceLess

Candido spettro

Immolato dolcemente
fra sguardi distratti e canti freddi,
eclissato dalle fiamme che ardono pacate
sulle spoglie membra incenerite
ancor prima di bruciare veramente.
Pioggia salmastra
alimenta il fuoco tenue
fra la danza d'un fantasma evanescente,
riflesso e svelato nei vetri sciatti
di una mente sciupata da sé stessa.
Ti sfioro
fra lingue sfavillanti,
sperando d'acchiappare
un tuo tangibile
lembo di pelle.
Composta lunedì 1 gennaio 1900
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: FaceLess

    Silenzio sinfonico

    Piccola aspra goccia
    cristallizzata e contorta
    che perenne ed inarrestabile
    solca le pareti della mia casa
    vuota e spenta
    quasi quanto questo rozzo cuore
    di troll piccolo e schizofrenico
    per incapacità di dissetarsi
    con le mani a coppa,
    traboccanti spesso
    d'ogni antico vuoto.
    La roccia al collo
    mi trascina nell'antro,
    non resta che buio
    a comporre silenziose
    sinfonie mielose,
    assorto da un coccio scolpito nel marmo
    incompleto ed instabile
    srotolo la pellicola sedentaria nel negativo
    rimuginando menzogne.
    Così scavo nell'ombra
    che oramai non è che un altro sole
    più triste e friabile,
    amaro ed appassito.
    Composta lunedì 1 gennaio 1900
    Vota la poesia: Commenta