Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: FaceLess

Sui cumulonembi

Seduto fra cumulonembi
ti vedo nuotare
nell'aria d'opprimente zavorra,
greve l'atmosfera ti traina
sul filo dell'oceano
ch'è spessa ragnatela
e denso cemento.
Qui sospeso sprofondo
nell'alta pressione con cuore pesante
come nei pouf
che tanto adoravi
e faccio piover ghiacci
su villaggi innocenti,
spaventando con Notte
i bambini dormienti,
placando le lotte
e addolcendo i lamenti.
Composta lunedì 1 gennaio 1900
Vota la poesia: Commenta