Scritta da: Silvana Stremiz
Degli amori passati
ricordo i momenti
in cui sogno e dolore
mi schiacciavano
La mia anima che si frantumava
tra idee senza corpo
Il mio corpo che fremeva
per corpi senza idee
L'amore eterno
La dualità dell'essere
L'amore senza fine
che rompe le barriere del tempo
L'unità da raggiungere
Ho coperto di sassi
i miei sogni
per paura o per pudore.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    Amici,
    le persone più care
    che puoi trovare,
    con loro ridi,
    scherzi,
    soffri,
    piangi,
    con loro vivi.
    Con loro fai le cose
    più pazze e stupide
    che si possono fare a questo mondo,
    ma con loro fai
    anche le cose più difficili e serie
    che esistono.
    Con loro cresci
    imparando e insegnando,
    facendo errori
    insieme
    e cercando di non ripeterli più.
    Con loro cammini
    per le strade
    e parli di chi ti circonda,
    dei tuoi obbiettivi,
    delle tue esperienze,
    delle tue paure,
    dei tuoi sogni.
    E spesso proprio su questi
    crei i tuoi discorsi
    per ore,
    sulle cose che potreste fare
    insieme,
    anche impossibili,
    perché ora sei con loro
    e tutto diventa realizzabile.
    Alzi lo sguardo al cielo,
    fissando una stella,
    promettendo a quella e a te stessa
    si non deluderli mai.
    Loro diventano
    i tuoi genitori,
    sempre premurosi,
    la tua famiglia,
    i tuoi amori,
    ma principalmente,
    loro diventano i tuoi amici
    ed è questo
    quello che tu vuoi.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di