Scritta da: Silvana Stremiz

Al Mago della Danza

È un diamante al mio dito.
Giorno o notte, senza fine
lancia squisiti lucori scintillanti.
È soltanto permanenza della Danza,
Nervi, lungo il mare, tornando en giardino
d'Apollo dove scivolano - divina giovinezza,
i ballerini più famosi...

Di queste grandi sere estive,
sempre odo la musica.
Malinconia amara,
sospiri da nascondere
contro la spalla alta della memoria...
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Non sò com'è successo!? Ma...

    Non so com'è successo!? Quali artifizi hai fatto!? Ma…

    …ti ho dentro come sangue,
    che scorre nei miei canali.

    Ti ho dentro come stomaco,
    che soffocante contrae l'emozioni.

    Ti ho dentro come acqua
    che dà sollievo hai roventi turbamenti del mio essere.

    Ti ho dentro! punto e basta!

    Non so com'è successo!? quali artifizi hai fatto!?

    Fattucchiera del mio presente e speranza del mio futuro.

    Continua a preparare filtri d'amore per la mia anima. Continua…

    Ti ho dentro come i giochi d'infanzia
    sudati, spensierati, felici.

    Ti ho dentro come i luoghi
    indimenticabili nei miei occhi.

    Ti ho dentro come il sapore
    del più gustoso piatto.

    Ti ho dentro! punto e basta!

    Non so com'è successo!? quali artifizi hai fatto?

    Fattucchiera del mio presente e speranza del mio futuro.

    Continua a preparare filtri d'amore per la mia anima. Continua…

    Ti ho dentro come i fuochi
    che colorano i più scuri celi.

    Ti ho dentro come una musica
    crescente che incalza la sala.

    Ti ho dentro come un sorriso
    il più bello, il tuo.

    Ti ho dentro Simona! punto e basta!

    Continua a preparare filtri d'amore per la mia anima. Continua…
    … voglio il tuo filtro, voglio te….
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Dedicato a Te

      Ogni attimo lo dedico a te
      e inevitabile lo dedico a te
      ogni mio respiro e per te
      ogni mio più piccolo stato d'animo e per te
      si per te, mi alzo ogni giorno
      per dare vita a te,
      mangio, e il sapore e per te
      ogni momento di riposo e solo
      ed esclusivamente per far star meglio te
      ogni qualvolta imparo qualcosa di nuovo
      lo imparato per te per farti crescere.

      Sorrido e mi avvolgo di gioia per te
      e non so il perché, ma son sicuro che e per te
      mangio, piango, urlo, impreco, corro, sogno,
      rallento, mi esalto, mi scuso, studio, guardo,
      parlo, ricordo, rimpiango, annuso, sento, rifiuto,
      rinnego, accetto, consento, riprendo, gioco,
      mi vesto, mi pento, dipingo, aggiusto, disegno,
      cucino, assaggio, tocco, getto, compro, vendo,
      nuoto, salto, parto, torno, mi piego, reagisco,
      mi sveglio, dormo, riposo, mi scaldo, ingegno….
      Tutto faccio per te, Io, tutto faccio.
      Anonimo
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Notte autunnale

        Notte fosca,
        attaccata ai vetri,
        ammanta,
        d'un drappo
        nero la città,
        ombre lunghe,
        s'allungano
        dai lampioni
        e le luci,
        chiarore delle insegne,
        i cartelli
        ed i neon,
        cose
        velate dal buio,
        assumono solo
        contorni vaghi;
        ed i pensieri,
        affondano nella
        tenebra,
        e si spandono,
        nella notte
        cosmica;
        vie desertiche,
        qualche rara bici,
        passa via;
        ascoltare il silenzio del
        buio,
        pensare
        mille pensieri,
        in uno,
        cercare di fermare
        tutto,
        per un momento.
        Anonimo
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di