Scritta da: Silvana Stremiz

Che cosa sei?

Che cosa sei,
sei un fiore sbocciato
che attende il frutto del suo lavoro;
sei un bimbo appena nato
che stringe forte forte la sua mamma;
sei la gioia
che alimenta la mia fantasia;
sei una mano
che accarezza dolcemente la mia pelle;
sei l'alba
che illumina le mie giornate;
sei il mare
che infrangendosi sugli scogli trova sempre la forza per rialzarsi;
sei il cuore
che batte nel mio petto;
sei l'aria
che mi permette di esistere;
sei L'Amore
che non vorrei mai perdere!!!
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    È un tramonto senza fine...

    E'un tramonto senza fine
    questo amore cosi affine...
    E'un piacere tormentato
    questo amore nato già malato...
    Malato nel cuore...
    da quell'attrazione che mai... mai muore...
    Disperato da un segreto da celare...
    Amando ogni istante...
    fino allo sfinimento...
    fino a farsi male!
    È un sole incandescente
    il ricordo del nostro amore...
    È una notte perenne
    la tua assenza...
    La mia smania del tuo cuore...
    Era semplicemente amore...
    quell'immenso piacere
    misto a quell'incancellabile dolore!!!
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz
      Sono una pianta, privata della sua linfa
      Sono come una talpa, privata dell'olfatto
      L'amore rende ciechi, incapaci di percepire
      di accorgersi che vivi di un sole che non sorge per te
      quando basterebbe un raggio, ad accendere la vita sul tuo viso
      però il sole, o lo prendi tutto o non ti abbronzi, non esistono mezze vie,
      quando si ama sei nudo senza costume... quando si ama non si è + se stessi
      siamo marionette, appesi ai fili del destino,
      se son rose fioriranno, dammi la mia linfa, senza di te non vivo.
      Anonimo
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di