Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana Stremiz
Nessuna rete o filo spinato
neppure mura o scudi spaziali
riusciranno a fermarne il volo
perché inarrestabile è la sua corsa
sconfiggendo pregiudizi e tabù
protetto da una corazza d'innocenza.
Solo un camino lo inghiottirà
gli concederà il passaggio
mescolandolo alle fiamme
che su di lei poseranno i riverberi
giocando tra i suoi seni
accarezzandole i fianchi
baciandole le palpebre socchiuse
incredule a quella magia e
prima di immolarsi al fuoco
prima che cenere diventi
lei lo avrà già stretto al petto
questo dolce pensiero mio.
Vota la poesia: Commenta