Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marianna Mansueto
Perché io sono la prima e l'ultima
io sono la venerata e la disprezzata,
io sono la prostituta e la santa,
io sono la sposa e la vergine,
io sono la mamma e la figlia,
io sono le braccia di mia madre,
io sono la sterile, eppure sono numerosi i miei figli.
Io sono la donna sposata e la nubile,
io sono colei che da la luce a colei che non ha mai procreato,
io sono la consolazione dei dolori del parto
io sono la sposa e lo sposo,
e fu il mio uomo che mi creò.
Io sono la madre di mio padre,
io sono la sorella di mio marito, ed egli è il mio figlio respinto.
Rispettami sempre,
perché io sono la scandalosa e la magnifica.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Ode al bene supremo

    Abbiamo valicato l'Assoluto,
    i tamburi scarlatti rimbombano assordanti,
    il rinvio diventa presente,
    l'attacco suicida richiama le sinapsi.

    Ode al bene supremo,
    i canyon squarciano la solitudine
    l'attrazione dei poli
    forma immensi generatori d'amore.

    Ode al Fuoco Supremo,
    terminali spenti irradiano la tua anima.

    Il bene supremo,
    impone una lontananza,
    il distacco totale
    è l'unica garanzia.

    Camminare sulle onde in luoghi asciutti,
    il richiamo dei non udenti,
    l'anima si riavvicina al nulla,
    tutto integra la trasfigurazione;
    presente e passato si scambiano i copioni,
    nel non temporale ha inizio la tua essenza,
    animali primordiali
    ora, da Te, resi mistici
    fluttuano in ere senza tempo
    benedicendo i tuoi contorni.

    Tutto ti esige,
    appartenerti è l'unica imposizione,
    l'oceano del tuo volto
    si confonde col mio nome,
    nella trascendenza scopro che esiste
    il bene supremo.
    Vota la poesia: Commenta