Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: F4B10Z
Sono cieco.
Cieco perché ho versato lacrime di sangue per te.
Cieco perché di noi, avevo tappezzato le fredde pareti del mio cuore, le stesse che ora non sorreggono neanche me stesso.
E nel mio buio, attendo un tuo sorriso.

E cieco,
e sanguinante.
Così morirò, pensando di poterti riavere un giorno,
sperando di poter riassaporare le tue labbra.

E, lentamente, faccio scomparire quel Fabio che hai amato e di cui io stesso ero felice. Tornerò ad essere quel Fabio consumato dall'odio, consumato dal rancore e dalla solitudine. Tutto quello che tu, con un semplice gesto della mano, avevi cancellato.
Vota la poesia: Commenta
    Brillava alto il cielo mai lucente come i suoi occhi
    che come smeraldi lucenti colorano la mia vita di verde
    come il prato su cui correvano veloci i miei pensieri
    rivolti a quell'angelica creatura
    che ad ogni suo sguardo il cuore mi faceva sobbalzare.
    È suo ormai, me l'ha portato via!
    Sono stato stregato dalla sua bellezza,
    dal suo profumo, dai suoi pensieri.
    È sorgente di vita per me,
    e proprio da questa fonte ho bevuto
    e ora non posso stare senza.
    Ricordo ancora aria fresca e fresche vallate
    in una giornata di primavera.
    Ero assetato e mi porse le sue dolci mani
    dalle quali come d'incanto uscì acqua briosa.
    Mai dimenticherò quelle mani e quel sorriso candido
    come il mio cuore che come neve che scioglie al sole
    si fonde per il suo amore.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Per Francesca

      Il tuo sguardo

      Quel tuo sguardo mi faceva impazzire
      Ti fissavo per ore, rimanendo incantato
      Non ci sei più... chissà se mi puoi sentire
      Perdonami, se sono disperato

      Se chiudo gli occhi ti vedo dormire
      Chissà nei tuoi ultimi giorni che cosa hai sognato
      L'impotenza mi ha fatto impazzire
      Perché il mondo è così sbagliato

      Ti immagino stella
      Ti penso un angelo
      Ma non riesco più a vivere

      Sarai sempre la più bella
      Negli occhi ho un velo
      Ma ti prego... Franci continua a sorridere.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Per Francesca

        Era bella la vita

        Voglio ricordarti così
        felice...
        come quando ridevamo insieme
        cantavamo correvamo ballavamo
        quei giochi solo nostri
        che ci inventavamo
        passavamo ore ed ore soli io e te
        come mi piaceva quando uscivamo insieme
        quanti baci che mi davi, quanti abbracci
        chiedevamo informazioni strampalate
        osservavamo le espressioni della gente
        vivevamo dentro un arcobaleno
        e tu bambina a volte ti fingevi donna
        nei negozi ti provavi mille vestiti
        come nei film io ti aspettavo
        fuori dal camerino e ti dicevo ok o ko
        amore mio, anima del mio cuore
        con la nostra fantasia cancellavamo
        tutte le tristrezze della vita
        avrei voluto che fosse ogni giorno domenica
        e ti vorrei ogni secondo qui vicino a me.
        Vota la poesia: Commenta