Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Catia Ciullo
Svegliata da un sogno.
Sembra assurdo un sogno che ti sveglia...
Dovrebbe essere il contrario.
Sono rimasto lì, nel letto con le gambe distese
a cercare l'angolo in fondo,
tra coperta e materasso, quello più caldo e nascosto...
In mente, ancora le immagini del mio sogno...
Un anno d'amore ritorna in mente quando meno te lo aspetti...
frasi, immagini, attese, colori che sembrano ancora veri.
Ora la radio è accesa e ho il libro davanti...
Ma quel sogno è ancora qui.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: NikkiPinki
    Come posso stare bene senza te?
    Come posso stare male senza te?
    Amiche.
    Delusioni.
    Vecchi rancori che non credevo esistessero.
    Assurdi ritardi.
    Il non voler crescere.
    La voglia ora di scappare.
    La voglia di venire lì da te.
    La voglia di un tuo abbraccio.
    La voglia di raccontarti
    quella litigata fatta con l'amica
    che fino a due ore fa credevi fosse tua sorella.
    Che ci hai diviso
    tutto.
    La voglia di guardarti in faccia
    e sentirti per una volta
    una
    mio
    Vorrei vomitare
    tutto quello che ho da dirle.
    E oggi
    aspetto ancora.
    Magari domani mi telefonerà lei.
    E assurdo.
    L'amicizia è una di quelle cose in cui credevo.
    Oggi mi ha inculato.
    Ehi... la cosa assurda è che
    se mi chiami ho voglia ancora di chiarire!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: NikkiPinki
      Giorni a rovistare negli armadi
      a cercare colori
      a comprare occhiali
      e anelli strani.
      Giorni di baci
      di granelli di sabbia
      di vento tra i capelli
      di guance rosse
      e di canzoni nuove.
      Di My Way
      di amici
      di risate
      di dairagazzifumatetroppecanne
      di Evvaihovintoabowling
      di notte
      di stelle
      di vogliadistarebene.
      A volte chiedi al tempo di fermarsi
      ma si sa... Lui fa sempre quello che vuole...
      A volte vorresti che la vita avesse un telecomando
      vorresti rivedere anche tu
      le esterne che hai fatto
      con le canzoni...
      ma di quelle belle... non come il video del matrimonio di tua cugina
      dove le scarpe ti facevano male
      e gli sposi al ristorante sono arrivati alle 4.
      Oggi ho lasciato che
      mi guardasse... non ho detto niente... l'ho lasciato fare...
      ero al bar... mi guardava...
      È da un po' che lo fa...
      non lo conosco... ha gli occhi chiari... credo azzurri...
      si diverte a cambiare macchina.
      Io mi diverto a fare le bollicine nella cola cola.
      Se mi lasci non vale... diceva Julio
      Se accosti ci conosciamo... ci ha detto uno stasera... che poesia.
      Chiamate anonime
      parlano canzoni...
      ascolto... e non trovo perché...
      Se sapesse... di baci... che vorrei.
      Da domani di nuovo a dieta...
      nel frattempo vado a prendermi un Magnum dal freezer.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rita R.

        Per te Antonio...

        Il mio cuore in mano
        non ti è bastato.
        Anche le "ragazzine" sanno amare...
        Ti lascio andare con le mani ancora occupate, perché non è facile riprendersi ciò che hai donato con amore...
        Io resto a mani vuote... perché tu, il tuo cuore l'hai preservato, forse per non soffrire.
        Lascia che una bambina ti insegni una cosa: chi ama è la persona più felice del mondo... quando crescerai ti renderai conto di cosa ti sei perso.
        Vota la poesia: Commenta