Scritta da: F4B10Z
La rabbia,
arcano sentimento,
flebile pensiero,
elementare...

Di fuoco,
come il calore che sprigiona,
di acqua,
che di cascata in piena,
tutto travolge.

Di tuono,
rapida e precisa colpisce.
Di terra,
che culla dolce le sue creature,
e le punisce quando capita.

Di aria,
che spazza via il dolore.
Di ghiaccio,
a congelare i cuori,
di chi patisce pena.

Di buio,
nero, colore dei cuori iracondi.
Di luce,
sfogo primordiale.

Elementi che uniti,
donano al mondo qualcosa:

te.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta

    Sogno o incubo

    Un sogno
    Quante volte abbiamo fatto l'amore
    Nascondendoci da occhi indiscreti.
    Sento ancora il tuo profumo nel mio letto
    Rilavo e rilavo le lenzuola ma l'odore permane
    Il tuo profumo sovrasta anche il fiore più odoroso.

    Ripenso ai primi momenti e i tuoi attimi di imbarazzo
    Le tue mani fredde e sudate che per ore stringevo
    Le tue labbra morbide che adoravo baciare
    I tuoi capelli sempre spettinati che accarezzavo
    I tuoi occhi seducenti e sorridenti

    Ripenso alla passione mentre ci baciavamo
    Ripenso alle ore nel letto insieme,
    Ripenso ai nostri nudi corpi sotto le lenzuola.
    Ripenso alle volte che abbiamo fatto l'amore
    Ripenso a quando mi stringevi forte e mi dicevi "ti amo"

    Un suono sopraggiunse al mio orecchio e mi svegliai

    Eri sparita.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di