Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: F4B10Z
Mostro.
Tale sono ai tuoi occhi.

Ti ho stretta quando hai avuto bisogno,
consolata quando è servito,
fatto ridere quando ho potuto,
aiutata quando è stato possibile.

Eppure sono un mostro.

Ero felice quando ti ho conosciuta,
euforico quando ti ho capita,
contento quando ho imparato a volerti bene,
confuso quando ho capito di amarti.

Eppure sono un mostro.

Un mostro perché non ho capito,
un mostro perché non ho compreso,
un mostro perché non ho proseguito a farmi del male,
un mostro perché continuo ad amarti.

Si, sono un mostro.

Mi reputi uno che gode del dolore degli altri,
un finto amico,
uno che rinfaccia,
un bastardo.

Un mostro.

E forse lo sono,
forse no.

... ma tu, non lo scoprirai mai.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anthony Porretta

    Il freddo...

    Ti ricordi? Mi dicevi che i tuoi occhi brillavano a causa del freddo.

    Questi occhi che sembravano cosi dispiaciuti...

    dispiaciuti dal fatto che non mi potevi dare quello che desideravo...

    a causa del freddo che c'era è del cielo pieno di stelle i tuoi occhi brillavano, consapevoli che un cuore senza casa può piangere e morire di freddo...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: F4B10Z
      La rabbia,
      arcano sentimento,
      flebile pensiero,
      elementare...

      Di fuoco,
      come il calore che sprigiona,
      di acqua,
      che di cascata in piena,
      tutto travolge.

      Di tuono,
      rapida e precisa colpisce.
      Di terra,
      che culla dolce le sue creature,
      e le punisce quando capita.

      Di aria,
      che spazza via il dolore.
      Di ghiaccio,
      a congelare i cuori,
      di chi patisce pena.

      Di buio,
      nero, colore dei cuori iracondi.
      Di luce,
      sfogo primordiale.

      Elementi che uniti,
      donano al mondo qualcosa:

      te.
      Vota la poesia: Commenta