Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: giosc

Amore malato

Lasciarono una traccia che li portò nella strada del perdono, a cercarsi.

In un momento Tutto è Niente.
Il niente non ha sapore. L'odore sì, quello è nell'aria.

È odore di fumo quello che, Tutto ha negli occhi.
Tutto, è impresso nella memoria dell'uomo che,

vorrebbe essere già, un Vecchio
con troppa esperienza e con troppi sentimenti.

Niente è un bambino, quello che c'è in ogni uomo.
È leggero, lui, non ha memorie

è travolto dai colori della vita,
è fiducioso

Il Tutto di oggi è il Niente di domani.
Questa nuova stagione abbaglia, attrae come gli opposti.

Tutto è pesante, non riesce a respirare.
Quella nuvola di fumo lo avvolge.

Non può vedere il mio volto.
Lui può sentire... sì, sentire quel maleodorante odore di vita vissuta.

Lasciarono una traccia che li portò nella strada del perdono, a ritrovarsi.

Nell'attesa, amore mio malato.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Sofia

    Affollata di solitudine

    Niente
    provo a sentire un sentimento
    non mi riempie
    forse il vuoto
    lasciato da un calice
    solo falsamente riempito
    di un vino che non disseta il mio cuore

    il mio animo si rannicchia
    in un angolo della doccia
    mentre scorre un'acqua
    fredda
    come la solitudine

    voci sorde intorno a me
    richiamano l'attenzione delle mie idee
    ma l'ombra che vive dentro il mio corpo
    le riprende con ragnatele di tristezza

    mi sento sola.
    Vota la poesia: Commenta

      Tutta la vita

      Tutta la vita ti aspetterò
      Ascolterò il tuo silenzio
      Vivrò del passato

      Cercherò ogni momento
      Vivrò ogni attimo intensamente
      Come ho vissuto te

      Il mio amore ti appartiene
      Per altri cent'anni avrai
      Tutto il mio bene

      e se un giorno un amore
      Più grande ti avrà
      Continuerò ad aspettare

      Il tempo fermerò
      Manterrò viva quella rosa
      e la donerò
      Quel giorno, dopo cent'anni,
      Che ti riavrò.
      Vota la poesia: Commenta

        Cent'anni

        Cent'anni aspetterò il tuo sorriso
        Cent'anni cercherò il tuo amore
        Nella solitudine dei miei pensieri

        Cent'anni resterò nel dolore
        Ad aspettare la gioia del tuo ritorno
        Cent'anni vagherò nella memoria
        a rivivere quello che è stato

        Cent'anni aspetterò il tuo sì
        Lascerò tutto immutato
        Ritroverai tutto come lo hai lasciato

        e se vorrai,
        Ritroverai intatto tutto l'amore per te.
        Vota la poesia: Commenta

          Il vento dell'estate

          Il vento dell'estate annunciò
          Il nostro autunno
          e venne la pioggia
          a bagnare i nostri vestiti leggeri

          Venne quel giorno ancora caldo
          Ma che non riusciva
          a scaldare i nostri corpi

          Le parole si spezzarono
          Quel mattino sotto un pallido sole
          Poche parole, eterni pensieri
          Spezzata la voglia di fare

          Restammo seduti a guardare
          Il mormorio della gente
          Un bimbo cencioso
          e il suo bottino di pane

          Il dolore che volevo cancellare
          e stavolta non c'erano lagrime
          Ma quel silenzio che blocca la gola

          Una folata di vento
          Il vento dell'autunno
          Che annuncia il nostro inverno

          La solitudine di un giorno di festa
          e la notte sempre più lunga
          Che inghiotte i nostri pensieri
          Aspettare una nuova luce
          Per cancellare questo dolore.
          Vota la poesia: Commenta