Scritta da: Kimberlie
Voglio evadere da questa realtà
che non sento mia.
Scrollarmi di dosso la mia identità
per andare in giro senza traccia,
spoglia, nuda.
E voglio sentirmi libera, viva.
Così, finalmente, potrò assaggiare
il sapore del vento e l'odore dell'aria
che non saprà di nuovo,
bensì di ricordo assopito
nello scorrere indisturbato del tempo rumoroso
che silenziosamente ci rende estranei.
Anonimo
Composta venerdì 10 settembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: edelweiss

    Trova il tempo

    Trova il tempo di riflettere,
    è la fonte della forza!

    Trova il tempo di giocare,
    è il segreto della giovinezza!

    Trova il tempo di leggere,
    è la base del sapere!

    Trova il tempo d'essere gentile,
    è la strada della felicità!

    Trova il tempo di sognare,
    è il sentiero che porta alle stelle!

    Trova il tempo di amare,
    è la vera gioia di vivere!

    Trova il tempo d'essere contento,
    è la musica dell'anima!
    Anonimo
    Composta venerdì 10 settembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Kain

      Tu sei

      Tu sei il mio sorriso
      Tu sei la mia voce
      Tu sei le mie ali
      Tu sei la mia poesia che mi addolcisce la vita
      Tu sei la goccia d'acqua che mi disseta.
      Tu sei la carezza del mattino dopo la pioggia.
      Tu sei la tenerezza dopo la tempesta burrascosa.
      Tu sei l'abbraccio quando tutto il resto mi allontana.
      Tu sei la luce nel buio dei giorni miei.
      Tu sei unica e speciale in un mondo vuoto.
      Tu sei l'angelo che mi ha permesso di riaprire le ali.
      Tu... Solo tu riesci ad essere come sei unica nella tua semplicità...
      Anonimo
      Composta lunedì 6 settembre 2010
      Vota la poesia: Commenta

        Realtà

        Eccomi smarrita
        sola
        con i miei pensieri
        con tanta voglia di essere
        di sentirmi viva
        il bisogno di poggiarmi a te
        di sentirti mentre mi sorreggi
        forti e tenere le tue braccia
        sanno accogliere dolcemente
        proteggere con forza
        una calda roccia il tuo corpo
        sapere che ci sei
        non poterti toccare
        c'è il vuoto intorno
        uno spazio che aspetta te
        averti solo un po'
        poi attendere
        il suono della tua voce
        dolce, calda, rassicurante,
        vorrei
        vorrei poter vedere il tuo viso,
        non si può
        ora no
        oggi nei miei pensieri
        dura consapevolezza
        non poterti avere vicino
        ci sei
        mi accogli. mi proteggi
        non ci sei
        non si può
        poi si potrà
        voglio
        scacciare questi pensieri
        non si muovono
        hanno lì il loro posto
        si nascondono
        non vanno
        voglia di essere lì con te
        dover essere qui
        sola
        la realtà
        è la realtà
        dura e tenera
        dolce e amara
        solo realtà
        strana la vita
        ci consente di sognare
        dolcemente
        per svegliarci duramente
        la tua forza
        la mia debolezza
        si uniscono
        non si vedono
        si toccano
        si confondono
        nella realtà.
        Anonimo
        Composta domenica 5 settembre 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di