Questo sito contribuisce alla audience di

Un sorriso non costa nulla,
ma vale molto.
Arricchisce chi lo riceve e chi lo dona.
Non dura che un istante, ma il suo
valore è a volte eterno.
Nessuno è tanto ricco da poterne
fare a meno, e nessuno è talmente
povero da non poterlo dare.
In casa porta felicità,
nella fatica infonde coraggio.
Un sorriso è un segno di amicizia,
un bene che non si può comprare,
ma solo donare.
Se voi incontrerete chi
un sorriso non sa dare,
donatelo voi.
Perché nessuno ha tanto bisogno
di un sorriso come colui
che ad altri darlo non sa.

Quando avrai forza.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Pierre

    Il ricordo

    Il ricordo dei tempi
    senza vuoti che or solo tu riempi
    mi ricorda di giorni di sole
    quando eri tutto ciò che un uomo vuole
    quando il tuo sorriso mi portava grandezza
    e nel tuo viso contemplavo la bellezza.

    Quando la tua sola presenza
    mi infondeva enorme potenza
    trasformandomi in un nuovo io
    più felice e forte e vicino al nostro Dio
    e solo tuo era il saluto
    che Cuor curava dal suo vissuto.

    Ma ora il dolore della tua mancanza
    mi spinge qui in questa vuota stanza
    a scriver che la tua compagnia
    è ormai il bisogno dell'anima mia
    e che di semplici gesti ha bisogno il cuore
    donati anche non richiesti per generare stupore.

    Ma ora quando siamo insieme mi ignori
    e il mio dolor anzi che alleviare peggiori.
    Ed è tacendo che dopo i gesti più belli
    al posto d'esser mio riparo mi accoltelli
    ed è soffrendo e piangendo che ti perdono
    perché ricordo di darti l'amore come dono.
    Composta venerdì 2 gennaio 2015
    Vota la poesia: Commenta

      Anna

      Anna,
      come la luce di un mattino inaspettato
      che filtra sicura
      attraverso ogni apertura sul mondo,
      così è il tuo sorriso
      così si presenta ai miei occhi la tua dolcezza.

      Anna,
      cascata gelida è la tua voce,
      risveglio dall'opaco tepore dell'ignoranza
      sono le tue parole;
      trovo la morte
      nelle tue risate
      troppo sincere per appartenere
      a quest'insensibile terra.

      Anna,
      soffro nel sentire il tuo profumo
      temo di vederlo aleggiare nell'aria
      come un tormentoso e incantevole fantasma
      durante la tua assenza.

      Anna,
      mantello di seta lucente
      i tuoi capelli
      si confondono
      giocano,
      con la meraviglia
      dei tuoi occhi castani.

      Anna,
      esiste ancora l'amore?
      Tu lo puoi saPere,
      libro di un piccolo mondo
      sei saetta,
      illuminami, fulminami!

      Anna,
      ti amo, forse.
      Composta martedì 29 marzo 1994
      Vota la poesia: Commenta