Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marco SALSTyle
Donna sei il più bel fiore
che il buon Dio
abbia creato.
Sei quel fiore che
cresce e matura nel prato della mia esistenza.
Sei come il vento,
fresco e invisibile,
come il vulcano,
forte, e maestoso.
Come le nuvole,
leggera e fresca.
Come la luce,
che abbaglia senza contrasti il buio dell'uomo.
Ti chiedo una cosa, non per curiosità,
dietro ad ogni mia frase d'amore c'è un idea che mi
bussa in testa
la mia idea di te e di me donna.
Insieme, ora.
Composta venerdì 8 febbraio 2013
Vota la poesia: Commenta