Questo sito contribuisce alla audience di

Guerra

Ho fatto un sogno, questa notte
mi crucciavo che nel mio giardino
non ci fossero fiori abbastanza
per riempire i cannoni
e spararli
addosso a chi mette una croce rossa
sopra una vita spezzata
li cercavo in ogni dove
ero crucciata
di non poter combattere
questa mia guerra
allenandomi fino a distruggermi
saltar fossi
rotolarmi,
imbracciare quei fucili così caricati
di proiettili mai mancati
è il nome di Dio usato
che mi fa restare senza fiato
meglio morire con un fiore in mano
che seguire quel Dio citato
così inumano.
Composta venerdì 10 aprile 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: SatiaMimi

    Mi chiamo lola

    Mi chiamo Lola,
    e son spagnola,
    per imparare l'italiano,
    vado a scuola.
    le mie sorelle,
    son tutte belle,
    la più bella,
    è Antonella.
    I miei fratelli,
    son pipistrelli.
    Il mio cane,
    è un salame,
    il mio gatto è tutto matto,
    la mia mammina,
    e' parigina.
    Il mio papino è l'imperatore della Cina,
    Cina,
    cococodè
    1-2-3
    Splash.
    Composta venerdì 5 marzo 2010
    Vota la poesia: Commenta