Ti cerco

Ti cerco nelle pieghe dell'anima
Sui sentieri che conducono al cuore
Nel manto di brina sulle foglie di ulivo
Tra i campi dove l'odore d'erba tagliata
sembra stordire i sensi

Ti cerco nell'odore del caffè della mattina
Negli sguardi della gente che si affolla in strada
Tra i volti di questa città sfiancata dai rumori

Ti cerco nel silenzio dei miei pensieri
Nel profumo che indosso e che diventa pelle
Nei piccoli gesti che riempiono la vita
Tra i colori dell'arcobaleno che veste l'orizzonte

Ti cerco di notte prima di chiudere gli occhi
Nei vicoli della mia coscienza prima dello spegnersi
delle luci

Ti cerco nel respiro che mi accompagna nel sonno
Tra le pagine di un vecchio libro che non stanca mai
Sul cuscino che stringo ogni sera
Tra i sogni di oggi che vorrei diventassero certezze del domani.
Anonimo
Composta mercoledì 10 luglio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Io che scrivo queste righe
    Io che nascondo le mie vergogne
    nel baule dorato che ho di fronte
    Io che viaggio,
    viaggio ma non arrivo mai alla meta
    Io che scrollo le spalle e mi innalzo in volo
    Io che mi specchio nell'egoismo degli altri
    e nell'altruismo dei pochi
    e non so cosa scegliere
    Io che conto poco
    Io che non so contare
    Io che cucio le asole a vecchi ricordi
    Io che cerco e seguo le ragnatele
    sul soffitto della mia mente
    Io che mi addormento alla loro ombra
    sottile e leggera
    Io vita
    Io morte
    Io presente, passato, futuro.
    Io tutto io niente.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di