Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna D'Urso

Dalla stradina antica

Dalla stradina antica, a mare,
nello scurir dell'imbrunire,
un piccolo golfo m'appare,
pria che nebbia inizi a salire.

Spinge l'onde un furioso vento:
su neri scogli s'abbattono,
con ria schiuma da far spavento
e stanche, e vinte, s'infrangono.

Scuro, silente, l'austero monte
s'oppone, v'è più indifferente,
a cupe nubi già di fronte,
ché n'è colmo il cielo rasente.

E presto la luce s'attenua,
l'aria oscura si fa trascinante,
e presto il freddo s'accentua.
Al riparo incauto viandante!

Addio giorno! La notte scende.
T'ho speso per ciò ch'ho dovuto,
gelido un brivido mi prende,
t'ho speso per il non voluto.

Mi volto: che bello vederti!
L'anima mia non è più mesta:
più grande è la gioia d'averti,
nell'irosa notte in tempesta.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Lucio Dusso

    Se...

    Se sei stanco di tutto e di tutti,
    se ti senti tradito e deluso,
    se sei solo perché non trovi un amico...

    se la malattia ti ha stroncato ogni sogno,
    se il tuo vivere sa solo di morte,
    se non sai più donare un sorriso...

    se Dio non l'hai mai incontrato,
    se Dio ti ha soltanto deluso,
    se Dio per te ha il sapore di inganno...

    se non sai più sopportare te stesso,
    se nulla riesci a donare alle persone che ami,
    se vuoi ritrovare la gioia di vivere...

    un pensiero può diventare luce quando ti trovi al buio,
    un pensiero può diventare sollievo quando ti senti stanco,
    un pensiero può diventare carezza quando non trovi aiuto nella persona che speravi ti amasse
    In un pensiero può nascondersi anche Dio che ti vuole offrire la forza per poter vivere, che ti sa infondere coraggio per poter amare.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Sarah Sullivan

      L'Amor mio

      Trascino stanca un passo liso
      spaventata
      incerta
      in cerca del tuo viso.

      Interrogativi fioccano nel mio pensiero
      cercando te
      ormai perduto
      per ritrovare chi ero.

      Sorrido a volti sconosciuti
      bagnata di speranza
      delusa
      aspiro ai tuoi occhi sperduti.

      Il mio cuore sobbalza
      un vento gelido
      Tu con lei
      vola via la speranza.

      Vorrei piangere amore
      smarrita l'anima
      un tonfo
      lacrime bruciano il cuore.

      Seduto dinnanzi al mio tormento
      sincera
      Amore mio confido
      il dolore di quel Sentimento.

      Il tuo volto pietrificato
      parlami Amore
      confidami ti prego
      e cadi in cerca di significato.

      Dolce Amor fuggente
      non esiste tempo
      non compare spazio
      io vivo ancor di te.

      Il nome tuo grida la notte
      in silenzio
      tra parole indecise
      una tempesta quieta di note.

      Cogli il mio Amor ritorto
      luce della sera
      porgilo a Lui
      così, sola, cerco il tuo conforto.
      Composta mercoledì 21 ottobre 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Ricominciare il meglio di te

        Se sei stanco e la strada ti sembra lunga,
        se ti accorgi che hai sbagliato strada,
        Non lasciarti portare dai giorni e dai tempi, Ricomincia.

        Se la vita ti sembra troppo assurda,
        Se sei deluso da troppe cose e da troppe persone
        Non cercare di capire il perché, Ricomincia.

        Se hai provato ad amare ed essere utile,
        Se hai conosciuto la povertà dei tuoi limiti,
        Non lasciar là un impegno assolto a metà, Ricomincia.

        Se gli altri ti guardano con rimprovero,
        Se sono delusi di te, irritati,
        Non ribellarti, non domandar loro nulla, Ricomincia.

        Perché l'albero germoglia di nuovo dimenticando l'inverno,
        Il ramo fiorisce senza domandare perché,
        E l'uccello fa il suo nido senza pensare all'autunno,
        Perché la vita è speranza e sempre ricomincia...
        Vota la poesia: Commenta