Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Elisabetta

Il girotondo delle maschere

È Gianduia torinese
Meneghino milanese.
Vien da Bergamo Arlecchino
Stenterello è fiorentino.
Veneziano è Pantalone,
con l'allegra Colombina.
Di Bologna Balanzone,
con il furbo Fagiolino.
Vien da Roma Rugantino:
Pur romano è Meo Patacca.
Siciliano Peppenappa,
di Verona Fracanappa
e Pulcinella napoletano.
Lieti e concordi si dan la mano;
vengon da luoghi tanto lontani,
ma son fratelli, sono italiani.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: NikkiPinki
    Un lampo di vita mi afferrò per le braccia...
    seduta su una nuvola del Cielo... lo sfidai con lo sguardo...
    guardandomi fisso negli occhi, iniziò:

    "L'hai persa...
    e non è un lavoro... non è un amore... non è una madre...
    non è il dolore... non è la vita...
    l'hai solo persa...
    la tua Anima
    l'hai persa...
    e adesso sei tra la gente
    con un corpo che solo in parte sei tu...
    e non senti niente...
    Sottili respiri sei...
    Dolci carezze e baci rubati...
    sei...
    Ma come si può vivere senz'Anima?
    E adesso silenziosa te ne stai
    con una mano tra i capelli...
    L'hai persa... L'hai persa...
    e non ridere..."

    Ed io pensavo...
    "Eppur vivo... Io sono viva...
    Ma la cerco... ho solo un po' paura!"
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Chiara Anonimo

      Mi dispiace

      Mi dispiace per ogni silenzio oppressore...
      Mi dispiace per ogni ora infernale...
      Mi dispiace per ogni volta che i tuoi occhi diventano rossi a causa mia...
      Mi dispiace per ogni lacrima da te versata...
      Mi dispiace per ogni secondo passato ad odiarmi...
      Mi dispiace per ogni attimo di tacita sofferenza...
      Mi dispiace per tutto...
      Ma grazie di esistere...
      Vota la poesia: Commenta