Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Edoardo Grimoldi
Il tuo Cristo è ebreo
e la tua democrazia è greca.
La tua scrittura è latina
e i tuoi numeri sono arabi.
La tua auto è giapponese
e il tuo caffè è brasiliano.
Il tuo orologio è svizzero
e il tuo walkman è coreano.
La tua pizza è italiana
e la tua camicia hawaiana.
Le tue vacanze sono turche,
tunisine o marocchine.
Cittadino del mondo,
non rimproverare al tuo vicino
di essere straniero.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Kain
    Senza te ho perso la facoltà di volare...
    Senza te ho perduto la luce calda dell'anima...
    Senza te ho dimenticato lo scorrere del tempo...
    Senza te ho lasciato cadere le mie ali...
    Senza te ho visto il mio sangue scorrere via e mozzarmi il fiato...
    Senza te mi sono dimenticato il colore dei fiori...
    Senza te ho scordato di nutrirmi...
    Senza te ho scordato di dissetarmi...
    Senza te ho dimenticato di uscire a vedere il mondo...
    Senza te ho scordato il semplice sorriso...
    Senza te ho dimenticato di guardare fuori della finestra...
    Senza te ho scordato di sollevare gli occhi fissi sul pavimento...
    Senza te ho dimenticato di respirare...
    Senza te ho solo smesso di vivere.
    Vota la poesia: Commenta

      Storia di angeli

      Guardo il cielo dall'alto di un precipizio e mi ci sento così vicina che sembra mi entri nelle ossa...
      sento le onde di quel mare così puro e limpido
      quel mare che non si trova all'esterno ma si trova nel mio cuore... nella mia anima
      come è bello il mondo da qua sù
      rimanerci per sempre è un atto irreale?
      È qualcosa di impossibile?
      Rimanere qui in alto mi da la possibilità di vedere le cose da una altro punto di vista
      di sentirmi più potente
      più me stessa...
      è una cosa sbagliata?
      Mi sento un angelo troppo leggero per rimanere con i piedi per terra
      troppo pesante per arrivare fino a toccare l'universo
      rimango in bilico tra realtà e fantasia
      tra bene e male
      tra odio e amore
      rimango in bilico ma so che in quel mio centro, c'è una cosa che nn lascerò mai.
      È qualcosa di così potente da superare ogni mio minimo problema,
      ogni mio minimo dubbio,
      così potente da far scomparire ogni mia lacrima.
      Questo è il mio amore che per quanto possa essere lontano
      è sempre vicino a me
      lo sento dentro.
      Lo sento mio più di ogni altra cosa,
      l'amore è l'unica cosa che mi fa trovare pace in quel vuoto tra cielo e terra.
      Guardo il mondo dall'alto.
      In un confine troppo bello per salire più sopra o ritornare giù.
      Composta lunedì 15 giugno 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Assia & Niki

        A mio figlio

        Ti amo per quello che sei e non per ciò che diverrai...
        Ti amo con le tue debolezze, le tue incertezze,
        le tue fragilità...
        Ti amo perché non mi ascolti mai e i nostri confronti assomigliano a degli scontri...
        Ti amo perché dal primo momento in cui sei diventato parte di me,
        ti sei trasformato in un grande pittore: mi hai regalato un mondo pieno di colore,
        ti sei trasformato in un poeta: mi hai regalato versi di puro amore,
        ti sei trasformato in un cantante: hai riempito le mie giornate di una dolce melodia...
        Sei il mio amore più grande,
        sei l'amore infinito,
        con nessun altro tesoro ti sostituirei
        perché di mille sfumature colori i giorni miei.
        Composta venerdì 18 marzo 2011
        Vota la poesia: Commenta