Questo sito contribuisce alla audience di

Luce Nuova

Ti alzi
e tutto può succedere,
oltrepassi la soglia
del limite invalicabile
del respiro del tempo.
In quel tempo
dove ci si perde,
dove le ore
sfuggono di mano
e ti resta solo
l'odore di storia,
mentre son già pronte
nuove valigie di memoria
per il nuovo
che ti sarà davanti.
E vorresti
già sentirne il sapore
e mangeresti
la terra che tocchi
come fosse pane
e berresti
il cielo che guardi
come fosse acqua.
Non c'è lampo
che acceca l'amore,
perfino la notte
gli rischiara il buio.
E rubi
tutti i passi del mondo,
mentre il sole
alle spalle,
cancella i volti
in abbandono,
ormai è tutto
di troppa lontananza.
Ti alzi
e succede,
ti alzi
e sei, nuova luce!
Composta martedì 30 dicembre 2014
Vota la poesia: Commenta

    Poesia

    Lei
    mi viene a cercare
    sbucata dal nulla
    o forse dal cielo
    dietro una nuvola
    o dalla nebbia
    dei miei pensieri.

    Mi chiama
    dai vicoli
    di un nastro stretto
    infondo alla via,
    non so se sia suono
    oppure silenzio
    in mezzo al rumore
    o forse è un incendio,
    calore che prende
    ti pulsa nel petto
    e il cuore non smette
    di battere forte
    al suo richiamo.

    Su di un foglio tremulo
    si fa partorire,
    nasce alla vita
    la prima frase
    che si confonde
    tra mille raggi
    e splendidi spazi.

    Lei
    mi somiglia
    e dentro quel vuoto
    io le riempio
    le giare di creta,
    traboccanti di astri
    e notti di luna,
    passate in bianco
    tra incauti sogni
    dispersi nel vento.

    Lei mi somiglia!
    Composta venerdì 23 dicembre 2016
    Vota la poesia: Commenta