Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Anna Rijtano Mallus

Autrice, nato giovedì 12 agosto 1954 a Catanzaro (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Anna Rijtano Mallus
Cuore tracimante d'amore
altro amore chiede.
Braccia generose e protese
altra generosità lambiscono.
Mani che accarezzano
e sollecitano null'altro che
nuove carezze.
Intima mestizia
solinga ti rende.
Nel silenzio rombante dell'oscurità
rotoli nel tuo letto
senza trovar pace.
Oh, tormentato essere,
fugaci sorrisi non
celano la malinconia.
Getta nell'oblio le iniquità
con esse,
ogni mellifluo
col suo turlupinare.
Spalanca la finestra e guarda laggiù
l'immenso mare:
uno specchio azzurro
in cui il sole versa i suoi raggi
come cascata di cristalli.
Osserva amica mia,
e gioisci felice.
Composta mercoledì 17 febbraio 1999
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna Rijtano Mallus

    Il cuore

    In esso dimorano
    passioni e sentimenti,
    nobili o malvagi
    gli intenti.
    Lo si può deridere e frodare,
    tradire e turlupinare
    e per amore sempre
    pronto a perdonare.
    È fragile,
    anche forte,
    non demorde e
    sfida la sorte.
    Può smarrirsi e
    in un gorgo inabissarsi.
    Talvolta si spezza
    brama una sincera carezza.
    Un cuore anchilosato,
    imbruttito dal dolore,
    il tempo lo cura
    e riprova ad amare.
    Composta lunedì 19 agosto 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna Rijtano Mallus

      Una stella

      Quando la notte
      è un rigurgitar d'insofferenza
      e il rumorio del silenzio
      intorpidisce,
      per placar l'animo mio avvilito
      volgo lo sguardo alla Basilica
      testimone di mille notti insonni.
      La collina su cui s'erge
      pare una coltre di luci che brillano
      di una luminosità intermittente
      come fiaccole al vento.
      Più su,
      il cielo trapunto
      di stelle sfavillanti
      sembra una processione
      di agili lucciole.
      Ma eccone una.
      Una soltanto,
      imponente e fulgida
      quasi la tocco
      A quella stella
      ho dato un nome: il Tuo.
      Composta nel febbraio 2001
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna Rijtano Mallus
        Quando la notte
        è un rigurgitar d'insofferenza
        e il rumorio del silenzio
        intorpidisce,
        per placar l'animo mio avvilito
        volgo lo sguardo alla basilica
        testimone di mille notti insonni.
        La collina su cui s'erge
        pare una coltre di luci che brillano
        di una luminosità intermittente
        come fiaccole al vento.
        Più su,
        il cielo trapunto
        di stelle sfavillanti
        sembra una processione
        di agili lucciole.
        Ma eccone una.
        Una soltanto,
        imponente e fulgida
        quasi la tocco
        a quella stella
        ho dato un nome: il tuo.
        Vota la poesia: Commenta