Scritta da: Silvana Stremiz
Abbracciami abbracciami
e stringi fino a quando
avrò versato fino all'ultima lacrima
e con un lungo respiro riposerò
abbandonata fra le tue braccia nude

abbracciami
e non lasciarmi andare mai
finché ogni cosa intorno
avrà ripreso il suo colore
ed io, riaprendo gli occhi, tornerò a sognare
con le tue mani scure fra i capelli

abbracciami
chiunque tu sia
perché il tuo cuore, come il mio,
è una sorgente generosa
che le sue fluenti acque
disperde sulla terra, senza meta ...

non è forse una valle che cerchi?

Abbracciami, dunque,
e non pensare.
Anna Lisa Mameli
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    Lei
    sarà alta e bella,
    sarà quella che hai sempre sognato,
    l'avrai vista sui calendari o sulle pubblicità dei collant
    l'avrai incontrata di notte,
    nei nebbiosi locali dove a stento respiri,
    o su certi squallidi giornali
    o sulle pagine sgualcite di un libro senza illustrazioni
    e l'avrai posseduta tra le fredde lenzuola,
    sarà lei a tradirti ma sarà lei che vorrai
    ogni notte, ancora

    Lei non ha un cuore, non è mai triste e non ride
    lei non ti parla, non è curiosa,
    non prende mai l'iniziativa,
    lei no, non è vittima di aspettative,
    non ti guarda negli occhi,
    non beve il tuo vino,
    non si riscalda alle fiamme del tuo camino,
    Lei non ama, ma non importa,
    la vorrai anche perché non bussa alla tua porta,
    perché non conosce il tuo numero e non ti chiama
    la vorrai proprio perché lei non ti ama.
    Anna Lisa Mameli
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di