Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Anna Dragone

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Anna Dragone

Verdemare

Verde smeraldo,
spumoso, selvaggio
girandole, bandiere svolazzanti...
Così ti amo mare:
nel blu dell'orizzonte,
palme che danzano leggere,
macchie accese di oleandri e rampicanti.
L'estate che mi entra dentro
con sale e frinire di cicale,
il vento che porta via
staticità ed inganni...
In una perfetta solitudine
che mi vorrebbe eterna...
Composta venerdì 10 luglio 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna Dragone

    Portovenere

    Le antiche pietre
    scalfite dal tempo
    dai passaggi secolari,
    il mare che ruggisce
    e ne inghiotte le basi.
    Odore di alghe
    profumo di storia,
    tra le ombre di antiche vestali
    Il tuo sorriso
    evanescente scompare,
    negli scatti impietosi
    delle ore che scorrono.
    Come in sogno
    hai poggiato passi
    che riecheggiano ancora
    nel ricordo...
    Lo sguardo
    ha indugiato su quella finestra
    che affaccia su orizzonti
    del passato,
    la mente ha descritto
    piccoli abbozzi
    del presente,
    le labbra ne hanno suggellato
    il patto...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna Dragone

      Un uomo e una donna

      Ci uniscono ricordi
      ci dividono pensieri.
      Qualcuno ha detto:
      L'uomo e la donna si prendono,
      si riprendono,
      ma non si comprendono mai...

      Tu prova questa sera,
      metti il vestito più bello,
      sciogli i tuoi capelli,
      esalta il tuo profumo,
      indossa il tuo più bel sorriso,
      forse ti comprenderò...

      Dal canto mio
      ti regalerò rose vellutate,
      mi vestirò di gentilezza,
      ti conquisterò...
      con un bicchiere di quel buon vino,
      non potrai dirmi di no.

      Spogliati delle tue ansie,
      butta via vestiti e scarpe,
      raggiungiamo insieme
      soffici nuvole,
      raccontiamoci di noi...
      Io posso comprenderti sai...

      È tanto che non ti vedo
      cosi, accanto a me,
      sei ancora bella sai,
      solo qualche ruga
      segna il tuo bel viso,
      ma il tempo non ha ucciso
      il tuo sorriso.

      Io sono qui,
      l'uomo di sempre,
      ci eravamo tanto amati...
      e poi cosa è successo?
      Non lo ricordo più.
      La vita ci ha travolto.
      ci ha cambiato.

      Abbiamo indossato maschere
      d'indifferenza,
      trattenuto rabbia e rancori.
      Le mie mani di uomo stanco
      non ti hanno più sfiorato,
      i miei pensieri ignorato.
      Entrambi abbiamo pensato
      di non amarci più...
      ognuno al suo angolo del ring.

      Degli altri tra di noi
      non ne parliamo,
      lasciamoci tutto alle spalle,
      non pensiamoci più...
      Lascia ch'io ti comprenda
      questa sera.

      Cerca tu di comprendermi
      e di stupirmi,
      lanciami ancora una volta
      un ancoraggio,
      non lasciarmi andare alla deriva...
      L'uomo e la donna
      a volte si comprendono, sai...
      Vota la poesia: Commenta