Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Dentro l'anima

Uno sguardo e tremo
qui davanti a te
quell'aspettarti ogni giorno
e le nostre intese
sperare domani...
Quanto amore sprecato in pochi attimi
eppure nell'anima
unica luce sei, che rischiari la mia vita.
Ti penso intensamente, quando non ci sei
sfioro il mio sogno e con la mano...
Cresce la mia voglia di averti
ma le nostre strade sono diverse... perse
ed ogni tanto ci ritroviamo
sempre più emozionati, intorno non esiste niente.
Passano gli anni in questo gioco
che ci aiuta a vivere
ad andare avanti
lontani, ma legati da un amore immenso
che ci toglie il respiro
nell'attesa...
Voglio un solo bacio
voglio da te la vita.
Composta nel 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Scivolando

    Sono l'acqua che scivola via
    sono pena, sono la tua malattia
    sono brividi sulla tua pelle
    sono notti sotto le stelle...
    Sono baci in riva al mare
    sono assenze da ricordare
    e dolori dentro al cuore, da dimenticare...
    Tu, unico per sempre
    tu legato alla mia vita
    tu che la notte sogno
    dimmi che non è finita...
    e l'estate come corre in fretta
    ed il sole non ha più calore
    vedo il cielo che cambia ormai l'umore
    ma sotto l'acqua tu...
    Mi vieni vicino, mi vieni a baciare
    anche se l'estate passa
    questo amore resta qui con noi...
    Scivola, dai tuoi occhi una lacrima
    non è l'addio è di felicità.
    Tu, unico per sempre
    tu legato alla mia vita
    tu che la notte sogno
    dimmi che col tempo
    questa nostra storia
    non sarà finita...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Il tradimento

      Era tutto stabilito
      conosceva già il suo nome
      di quello che lo avrebbe tradito.
      Tra gli olivi lo cercavano
      per umiliarlo
      e Lui sereno aspettava e pregava.
      Pochi denari già aveva avuto
      per vendere l'amico
      un bacio e presto capito
      lui era il figlio di Dio.
      Lo portarono in catene come un assassino
      era tutto stabilito.
      Giuda ebbe il coraggio
      ma nel disegno divino
      era solo un passaggio.
      Lo frustarono con rabbia
      Il suo corpo non reagiva
      e di spine una corona lo cingeva
      dal capo lacrime di sangue
      pregava e piangeva.
      Una croce sul monte piantata
      e quei chiodi, i peccati del mondo
      conficcati con dolore nelle sue mani.
      Era tutto stabilito
      morì perdonando e invocando.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Sensi

        Godere di te, vivere e respirare in te
        seguendo i contorni del tuo corpo
        affondare con le parole nell'anima
        e poi riemergere
        suggellando tutto con un bacio.
        Complice nel mio silenzio
        nei miei segreti
        amante nelle notti
        di stelle un cesto mi fai trovare
        e di luna un mare.
        Tengo a freno la voglia che preme
        i miei sensi devono aspettare.
        Godere dei petali di rosa
        di ogni spina che posa
        lascia una goccia sulla mia pelle
        rossa e calda come il tuo amore
        una ferita che mi fa gemere
        prima di cominciare...
        Godere di quello che mi farai
        solo guardandomi
        disperato, lontano e poi vicino... la mano
        e toccami dai, fatti sentire
        e poi fammi godere e godere...
        Fammi morire.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          La finestra chiusa

          Lasciavo il letto con fatica
          carezzando il tuo viso
          ancora ed ancora
          amore è presto, dove vuoi andare...
          ed ogni scusa era buona per restare
          abbracciati a fare l'amore.
          Aprivo la finestra, entrava il sole
          felice respiravo l'aria pura
          sembrava tutto poi così perfetto
          il profumo dei fiori, ed il canto al mattino
          del mio canarino...
          Ed ancora vicino a quel balcone
          mi venivi a baciare
          amore... non finivi mai di dire.
          Poi, una notte tormentata,
          incubi e te l'ho raccontata
          non riuscivo a prender sonno
          mi hai stretta a te
          con un bacio mi hai rassicurata
          e tra le tue braccia mi sono addormentata.
          La mattina non sentivo il tuo cuore
          Il tuo respiro... amore...
          La finestra è rimasta per sempre
          chiusa al sole.
          Vota la poesia: Commenta