Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Come sai

Come guerra lascia eco di cannoni
morte e polvere
dimenticando di tutti i nomi
e si diventa niente e non si aspetta più
nell'indifferenza della gente
scorre questa vita, che non ha futuro.
Quel muro
che ormai ho innalzato
tra me ed il mio passato
non è mai crollato.
Il tempo non mi segue
fa il suo corso e non mi vede
la strada ormai conosco
tutti i fossi e gli strapiombi
e quei colombi che fuggono dove io passo.
Dove ho lasciato il cuore
ora c'è un masso
che pesa più del dolore
che mi porto dentro, come tu sai
non potrai vederlo né mai misurarlo
e rimane inciso ogni volta che mai
verserò una lacrima.
Tutto il mondo crolla
cerco di capitarci, voglio morire
dove mi hai lasciato allora
quando finirà questo soffrire
ma sei tu a spostarmi
io ti sento ancora.
Composta nel 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Prigioniera

    Prigioniera in doppia chiave
    in un carcere da sogno
    e lascio scorrere il tempo
    in fiumi di parole
    i miei versi che mi ricordano te.
    Cosa farai adesso e dove mai
    vicini comunque
    due cuori in pena
    legati da una doppia catena
    che non stringe
    ma quanto ci fa male.
    Questo tuo partire
    senza mai certezza
    questa lontananza
    che ci dà amarezza
    quello che mi dai
    in certi momenti
    e ti chiedo ancora...
    non è mai abbastanza.
    Composta nel 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      chi griderà per loro

      La mia gente aveva già scordato
      quel giorno
      il cuore e la terra avea tremato
      tutto ridotto polvere
      e di sangue bagnato.
      In mezzo a pietre
      ricordi di vita
      e lacrime inutili
      sperando in un respiro
      ma niente sotto il peso
      di tanto dolore.
      Si sentivano i rintocchi
      della vecchia campana
      che a stento ancor appesa
      su quella corda scesa.
      E gemiti di rabbia
      per gente mai arresa
      eppure i giorni passano
      lenti nel costruire
      non ti fa tanto pensare
      e scordi il tuo soffrire.
      La vita è un occasione
      che anche con sacrificio, si deve cercare
      per poter ripetere e ricominciare.
      Composta nel 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Desiderio

        Sentivo il pianto
        ma non è mai stato
        quel bambino così desiderato
        una culla vuota
        ed io che avevo sperato.
        Da te amor mio, con i tuoi lineamenti
        sognavo di farti questo regalo
        ma mai, e quei momenti
        sono ormai rimasti una speranza
        e poi lunga assenza.
        Ma la vita nonostante tutto
        ci ha voluto uniti
        in forte sentimento
        che lenisce ancora questo tormento
        per un figlio che non abbiamo avuto.
        Però Il Signore che è grande
        per noi ha voluto
        e quindi stabilito
        che fossimo più che genitori
        e ci ha affidato un sogno
        i figli del mondo.
        Composta nel 2010
        Vota la poesia: Commenta