Scritta da: Anna De Santis

Forse

Un giorno ho scritto un nome sopra un foglio
volevo rincontrarti ed ora subito ti voglio
ho fatto un sogno ed era quasi vero
virtualmente tua ed ora lo sapevo.
Quello che non ho mai provato... quello che non ho mai avuto
è bastato un sogno ed ora sei venuto.
Sono bastati gli occhi senza mai parlare
un bacio presto mai dato e tardi da provare
quello che non c'è mai stato
ma stanca di aspettare.
Forse nel mio desiderio inconscio
sei stato sempre presente
ora che ti ho trovato ed avuto oltre la mia mente
rimani dentro e fuori la mia pelle
come colla addosso che ti fa presente
come odore e calore che scalda la mia voglia
non ti mando via ti tengo come foglia
dentro le mie pagine
e ti farò invecchiare fino a farti fragile e sciupare
polvere poi diventerai nelle mie mani
ma quando avrò esaurito il desiderio
che mi ha trattenuto per un anno intero.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    L'urlo

    Dentro l'anima e nel cuore
    un urlo atroce che vuole uscire
    e preme in testa e mi fa impazzire
    casa mai resta di questo vivere e soffrire
    soltanto un sogno senza realizzare
    e dal partire hai sempre declinato
    e intanto morivi e non l'hai accettato
    ora si fa amaro in bocca ed un cielo nero
    nessuna stella da pregare
    nessuna luna da contemplare
    soltanto un infinito confine da superare
    per dire basta.
    E questo urlo che si fa più intenso
    resta ancora dentro e ti fa più male
    ora deve uscire e finalmente liberare
    cercare di calmare questo mio dolore
    anche se nessuno sente
    lo farò arrivare a qualcuno che non riesce ancora a capire
    che non si vive senza amore...
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Una vita...

      Evviva il giorno che ti ho incontrato
      evviva il modo in cui ti ho amato
      evviva il sogno e come l'ho sciupato
      evviva tutto l'immaginato.
      Correvo incontro a chi non sapevo
      seguivo la strada che non conoscevo
      non mi sono mai fermata a ripensare
      mi son trovata solo un cielo nero
      che stella tardava ad arrivare.
      Perduta in fondo a quello che volevo immaginare
      con un paniere di speranze da colmare
      La mia vita andava come non avrei voluto
      eppure per non aspettare ho perduto
      Me...
      In fondo vedo solo mare
      che aspetta questo fiume
      forse andrò solo per un giorno
      spero di non tornare.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Sale

        Sale... ed in fondo lascia l'amaro in bocca
        l'errore si paga
        ogni giorno sola...
        Insieme a chi non è cresciuto con te
        chi non ti ha mai capito
        che ha sprecato quello che sentivo
        quello che potevo
        e più non è stato
        un estraneo che ti gira intorno.
        Poi guardi fuori... c'è altro ed è tardi
        ti accontenti e vivi senza cercare...
        Senza cambiare
        quando ancora hai tanto da avere e dare
        sprecando il tempo
        che intanto ti scorre addosso
        e non ti aspetta
        Il troppo tuo pensare
        ti ritroverà seduta su una sedia
        e tutto il meglio lo vedrai passare...
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Basta

          Solo ora che non sei più lo stesso...
          ti dico basta e vado via adesso
          riprendo la mia strada
          lì dove mi hai incontrato
          un giorno persa e tu mi hai trovato.
          Seguirò il sentiero fino a laggiù
          quello che era vero non è più.
          Guarderò il sole per perdermi nella sua luce
          non guarderò mai indietro
          e non verrò a vederti.
          Io ti ho amato infinitamente e tu sempre cercato
          ti mancava l'aria senza la mia mano
          senza la mia bocca da baciare
          non so perché ora sei cambiato
          non posso accontentarmi
          Il mio tutto ora è caduto
          tra le tue braccia non mi sento più
          tra le mie braccia non ti sento... e tu...
          Anna De Santis
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di