Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Depressione

Mamma ti prego, raccontami una favola,
fammi sognare ancora, prova ti prego, prova.
Il sogno di bambina è andato tutto in fumo
dov'è il principe azzurro?
Quanto è dura la vita, sola non ce la faccio.
Anche lo specchio, non è più amico mio;
mi chiamavi bellissima, mi coprivi di baci
e di carezze,
amore di mamma, pelle di rosa.
Ora non riesco ad uscire da questa depressione,
dimmi qualche bugia, prova con una favola,
come facevi un dì.
Con un grande sforzo, forse ci crederò
e cercherò di farcela, devo continuare,
lo so, la vita è fuori
da quest'hospedale.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Sono onda

    Sono onda di mare
    che lascia e che torna
    a lambire la sabbia, il calore
    nonpuò stare ferma ad aspettare;
    deve comunque andare...
    Non posso scordare l'odore,
    il sapore, le dolci parole,
    e torno e ritorno facendomi male,
    ma non posso scordare.
    Come onda di mare
    che torna a lambire la sabbia,
    il calore, non può stare ferma ad aspettare;
    deve comunque andare...
    Son quì che ti chiedo un favore,
    devi sciogliermi il cuore
    non farlo più stare con te.
    Ma non posso scordare l'odore,
    il sapore, le dolci poarole
    e così passa il tempo facendomi male.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Uno sguardo

      Uno sguardo è bastato
      ed un tuono, un rombo assordante
      nel cuore
      non ha fatto rumore,
      ma il mio corpo,
      la pelle e tutto è impazzito...
      Eri giusto eri quello
      che unico amore i tuoi sensi sconvolge.
      Passione si accende ogni volta al tuo sguardo.
      Son passati poi gli anni,
      ma quel tuono, quel rombo assordante
      che non fa rumore
      lo sento ancor vivo nel cuore.
      I tuoi baci e carezze, sei tu...
      E passione riprende furiosa,
      sconvolge i miei sensi.
      Il mio sguardo si nutre di te.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Forse era amore

        Forse era amore quello che mi davi,
        ma io giovin fanciulla, ingenua ancora
        non conoscevo me e questo corpo;
        quello che mi davi mi bastava.
        Ho sciolto i capelli, sono donna cresciuta,
        non te ne sei accorto
        ma quelli a me intorno
        mi han corteggiato,
        mi han detto ch'ero bella
        e gli ho creduto.
        Il mio corpo più non rispondeva
        e son sbocciata a nuova vita.
        Ora non mi basta quello che mi dai
        voglio sentirmi viva,
        devo ricominciare.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Passa il tempo

          Il tempo passa, veloce,
          come un grosso pitone, stritola i giorni
          che volano sempre più in fretta,
          senza più fissarne i momenti.
          Le ore diventano attimi, va spedito
          non riesco a goderne un minuto,
          fermarmi a pensare ora è un lusso
          che non mi è più permesso.
          Su moviola i miei anni trascorsi
          vanno come in un film accellerato.
          Mi accorgo solo ora che i ricordi
          mi aiutano a vivere.
          Vota la poesia: Commenta