Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis
Chi pazzea cu e creature se retrova smerdiato

vorrei avere il tempo di pensare, prima di parlare
ma non ce la faccio proprio a trattenere.

La felicità è un momento
l'amore un tormento
la serenità dell'anima un suggerimento

dopo aver dato tanto
ci vuole un sano egoismo
per poter recuperare

tutti sognamo il principe azzurro
bello, alto, moro o biondo che sia,
ma molto ricco.
Basterebbe la ricchezza e anche uno sgorbio diventerebbe un principe

i soldi non fanno la felicità,
ma quanto aiutano!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Mio certo mio mai

    Tu sei il certo, mio mai,
    ogni volta ti cerco e mi trovo nei guai.
    Sempre in guerra ogni notte
    con i miei sentimenti, sono sola
    tu lo sai...
    Mi aggrappo ai ricordi,
    vorrei averti ogni tanto
    ma quel poco ed incerto tuo amore
    mi spaccherà il cuore.
    Devo dimenticarti;
    ma quel certo e mio mai tu ora sei,
    sempre in forse...
    il tuo tempo mi neghi,
    mi farai sai morire
    ma mi piace soffrire.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Senza far rumore partirò

      Partirò senza far rumore,
      come una ladra scappo via di quà.
      Porto con me i ricordi
      di un amore svanito
      altro non si sà.
      Noia, abitudine e tempo non concesso,
      quello che c'è stato, quello che non ho avuto.
      Sogni ormai andati...
      con una stretta al cuore vado via.
      Ero convinta, e ci ho creduto
      pensavo durasse all'infinito,
      ma ti sentivo sempre più distante,
      troppi si e quel tuo tiepido amore,
      non eri tu...
      per non tormentarmi
      scappo via senza spiegazioni,
      ti lascio questa lettera e le mie canzoni.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Le tue mani

        Vivo in un sogno
        quando sono con te,
        quanta voglia e le tue mani...
        percorri la mia strada
        sulla pelle dolcemente
        disegnata,
        con le mani e con il cuore,
        ormai mente è soggiogata.
        Tutto viene naturale
        nel gran gioco dell'amore
        anche quando non ci sei,
        ripercorro la tua strada,
        Io ti sento sulla pelle
        dentro e sotto queste stelle
        spero sempre che domani
        quel che è stato e quel che è
        nel ricordo sai di te,
        aspettando le tue mani...
        Vota la poesia: Commenta