Scritta da: Anna De Santis

Gitani

Chitarre che suonano
al chiaro di luna,
donne vestite d'amore,
le mani alle vesti sontuose,
da sogni e dalla vita colorate.
Si alza la gonna,
mostrando le cosce tornite,
son donne vissute,
dal tempo forgiate
e danzano scordando ferite.
Gli uomini intorno ai falò
con boccali di vino,
suonano e cantano fino al mattino.
Il sole li trova in terra storditi,
la musica giace nelle vecchie chitarre,
liberi dal tempo e dalle sbarre,
gitani
che il vento come le foglie porta lontano,
il loro è un eterno viaggiare,
come onde di mare,
come barche senza timone,
nel porto non attraccano con fune,
non hanno paura,
la loro è continua avventura.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Il fucile

    Una divisa nuova, un fucile
    con l'ordine di sparare.
    Non pensavo fosse così facile,
    chiudere gli occhi e premere il grilletto,
    ho ucciso un uomo,
    un nemico mi hanno detto.
    Aveva il sangue del mio stesso colore
    soffriva come me.
    Ho sentito un gran dolore
    e stringendolo al cuore
    abbiamo pianto insieme.
    Ha chiuso gli occhi,
    mi è morto fra le braccia,
    ho buttato via il fucile,
    così non si può morire!
    Quardando lontano, mi volevo scusare,
    davanti al cielo, al sole al mare
    ho promesso di non sparare.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Davanti allo specchio

      Anna, sei tu in quello specchio,
      perché solo adesso
      ti accorgi del capello bianco, della ruga
      dello sguardo stanco.
      Perché ora
      non ti sei mai guardata così attentamente,
      non ti importava niente
      dello scorrer del tempo
      distratta dalla vita.
      Devi cominciare a farlo,
      proprio adesso,
      metti un fiore tra i capelli
      un po' di trucco per non sfiorire
      un sacro e santo egoismo
      e prova a ricominciare.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis
        Il tempo delle mele è finito,
        comincia quello delle banane.

        l'amore non s'inventa né cresce con la fantasia
        l'amore è l'unione d'intenti di turbamenti, di momenti
        e non servono parole,
        sono sensazioni, è pura magia
        peccato sia per pochi fortunati!

        Non so se scegliere l'amore passionale, ma tormentato
        o l'amore razionale ma scontato.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di