Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Mi chiamerai

Il tempo mi darà ragione,
mi chiamerai ed io sarò lontana.
La tua bocca cercherà quell'umido sospiro,
che dava vita ai tuoi giorni.
Non sò se mai vorrò tornare,
ma quando il vento la tua voce porterà
la sentirò nel cuore,
e quando ricorderò il profumo delle notti insieme...
Ti accorgerai che mancherò al tuo sguardo,
forte mi chiamerai,
non avrai più le mie carezze,
mi cercherai sognandomi
e stringerai il cuscino.
Quando è forte questo desiderio
ma l'orgoglio frena le parole.
Quello che c'è nel cuore,
non si può fermare,
ma aspetterò te,
mi chiamerai e mi verrai a cercare...
Non farmi aspettare,
abbiamo un sogno da recuperare,
con lei non è lo stesso,
e se tu lo vorrai, non avrò più orgoglio
mi lascerò andare,
e sempre t'amerò con tutto il cuore.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Mare amore

    Mare, amico della mia malinconia,
    compagno nella solitudine,
    mi ascolti senza ferire.
    Mormori quando ti racconto i miei segreti,
    mugugni e increspi l'onde
    ad ogni lacrima,
    mi accarezzi, solo per consolarmi.
    Mare, amore mai dimenticato,
    amico dei miei giochi d'infanzia,
    complice delle mie lunghe assenze,
    mi stavi solo a sentire, carezzandomi,
    eravamo soli.
    Amavo i tuoi tramonti, le passeggiate,
    quante conchiglie, quanti sassi
    ti ho portato via,
    che hai smussato anche nel mio cuore.
    Mio grande amore, mia malinconia.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Preda mai!

      Preda mai sarò,
      sventrata, dilaniata,
      né spargerai il mio sangue,
      son pantera, cacciatrice e fiera,
      confusa nella notte, nera,
      quì dovrai passare,
      e ti ghermirò
      succhiandoti il cuore.
      Giochero col tuo corpo ancor caldo
      e ti sbranerò, leccando le ferite.
      Ti sentirò guaire,
      mi pregherai di finire,
      ma ancora ed ancora mi sazierai,
      finché morte avrai.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Il mio cuore gitano

        Il mio cuore gitano si risveglia,
        la voglia di cantare
        alla mia terra assomiglia,
        quella terra che mi ha dato vita,
        dove dovrò tornare,
        per ritrovare l'anima ed il cuore.
        Sono stata lontana, non per colpa mia,
        mi farò perdonare,
        ritroverò la mia gente,
        la sua malinconia, la sua allegria
        e quella vena di follia.
        Andrò a vrdere il mare,
        passione infinita,
        ne ascolterò la voce,
        che mi chiamerà.
        Sentirò le carezze calde del sole
        sopra la mia pelle,
        ti racconterò una storia,
        quella della mia vita
        intensamente vissuta.
        Mentre le chitarre intorno
        mi riempiranno il cuore di melanconia
        gli prometterò che se vuole cantare
        e restare in questa terra,
        lo farò contento
        perché è quì che mi chiama sempre amore.
        Vota la poesia: Commenta