Scritta da: Anna De Santis

L'ultima sigaretta

E adesso siediti, cosa vuoi che sia,
fuma tranquillo l'ultima sigaretta,
non avere fretta,
non c'è più niente da dire,
la colpa è pure mia.
Troppa pazienza ho avuto,
nel cercar di cambiarti,
ma tutto ti è dovuto,
e di nuovo son venuta a cercarti.
Ora fuma pure, calma aspetterò,
quando uscirai da quì,
ancora il tuo profumo sentirò
e seguirò la scia, solo per un po',
poi dietro quella porta a piangere
più non mi vedrai... più non ti vedrò.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Splendida rosa (a Laura)

    Era un giorno d'aprile,
    Laura aprì la finestra al sole,
    con la grande voglia di sposare,
    quel bianco vestito, poggiato sul letto,
    la faceva sognare.
    Uno sguardo dolce, un sorriso e l'amore,
    ma tutto in una sera, perse il suo coraggio,
    il mondo crollò... si avvicinava maggio.
    Come fiamma che arde e che sparge la cera,
    quella notizia, non gli parve vera,
    con grande coraggio, cercò di reagire,
    ma come si fà se ti han detto: morire...
    eppure in quel letto volevi guarire.
    Quella bestia immonda che le carni divora,
    perché proprio ora?
    E Laura pregava, contando quei giorni,
    pensava al vestito che avrebbe indossato,
    forte era forte, mai come la morte
    che quella bianca rosa, decise di fare sua sposa.
    E giunse quel giorno, con grande dolore,
    perché sul suo viso c'era un bianco pallore,
    accennava un sorriso, in quel letto,
    tutt'intorno squallore, era già in Paradiso.
    Da una parte l'amore ti stringeva le mani,
    dall'altra, la morte che ti aveva rapito,
    tu per fortuna, splendida rosa, vestita da sposa,
    nel tuo bianco vestito, non avevi capito.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Amore è...

      Amore è desiderio, è ferita aperta,
      gelosia, ossessione, smodata passione
      che prende i sensi e la ragione.
      È la risposta ai tuoi pensieri,
      è calore in fondo al cuore,
      è potenza, sicurezza, poi ardore e debolezza,
      infinitamente amore,
      è fiume in piena che trascina sassi
      che muove passi di chi non ce la fà.
      Di più non posso, più di così è affogare,
      tra le pieghe del tuo corpo,
      tra i respiri e i tuoi sospiri...
      L'amore non dà tregua nel desiderare.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Ti lascio questa lettera

        Continua a dormire, ho paura a svegliarti,
        ti lascerò una lettera con tutte le ragioni.
        Fatti ancora guardare, non mi sembra vero
        quando così sei un angelo, diverso per davvero,
        non avessi conosciuto, l'uomo che volevo,
        non t'avrei certo amato come io sapevo
        e tanto ti ho desiderato
        come tu solo sai come tu solo sei.
        Continua a dormire, tanto non capiresti,
        col tuo bicchiere in mano,
        tutti quei giorni persi, tutto quel tempo inutile
        e non cercar di capire che poteva finire...
        eppure tanto ho amato, quell'aria da bambino,
        non ti faceva crescere, quel mostrarti cretino,
        davanti ad un bicchiere, quanto tempo inutile,
        tu non volevi credere, ma niente è stato facile.
        Tutto sembrava bello e ormai non sei più tu,
        dov'è quell'uomo che mi portava sù,
        uscirò piangendo, tu continua a dormire,
        ti lascio questa lettera per farti capire,
        che ormai non riesci ad uscirne,
        mi dispiace lasciarti
        ma dov'è quell'uomo che mi faceva sentire...
        non voglio più soffrire.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di