Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

La finestra chiusa

Lasciavo il letto con fatica
carezzando il tuo viso
ancora ed ancora
amore è presto, dove vuoi andare...
ed ogni scusa era buona per restare
abbracciati a fare l'amore.
Aprivo la finestra, entrava il sole
felice respiravo l'aria pura
sembrava tutto poi così perfetto
il profumo dei fiori, ed il canto al mattino
del mio canarino...
Ed ancora vicino a quel balcone
mi venivi a baciare
amore... non finivi mai di dire.
Poi, una notte tormentata,
incubi e te l'ho raccontata
non riuscivo a prender sonno
mi hai stretta a te
con un bacio mi hai rassicurata
e tra le tue braccia mi sono addormentata.
La mattina non sentivo il tuo cuore
Il tuo respiro... amore...
La finestra è rimasta per sempre
chiusa al sole.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Parole inutili

    Uno sguardo
    e invece poi, tra noi
    parole inutili
    servite a renderci la vita
    come un dardo
    pronto a colpire per le cose futili
    quando bastava un solo sguardo...

    Tante volte ti ho pregato
    di non farmi male
    che un solo gesto
    senza poi pensare
    avrebbe spento il sole
    ma tutti i miei silenzi
    non volevi sentire
    e adesso te ne vai...

    Proprio ora, senza dirmi una parola
    tu sparisci e taci
    quando c'è da chiarire
    per quante volte ti ho detto di non parlare
    con la tua lingua hai ferito me
    e buttato a mare tutto il nostro amore.

    Piangendo ti dicevo basta, non esagerare
    ma tu testardo
    eri incapace di ascoltare
    sapessi quante ferite hai inferto
    mentre bastava solo uno sguardo per continuare.

    Ora non scrivere su fogli inutili
    non è normale
    tanto non cambia quello che io sento
    lasciali bianchi che non fanno male
    ma ora, più passa il tempo, a cosa vale...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Io e te

      Io e te,
      unico destino,
      infiniti sogni.
      Per caso un giorno,
      incrociai i tuoi occhi,
      non ti ho mai scordato
      e da quel giorno
      sempre ti ho amato.
      Amore mio, desiderio incarnato
      unico nel tuo profumo,
      nelle tue movenze.
      Ti porto nel cuore,
      nelle tue assenze
      troppe forse
      ma abbiamo due vite separate,
      da un sì detto a mezza voce.
      Amore sempre,
      anime perse e ritrovate
      e quando abbiamo due minuti per noi,
      nelle lunghe giornate,
      in questa vita che va di corsa
      e niente concede
      ci ritroviamo abbracciati, sereni...
      e tutto procede.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Come farai

        Le tue mani sul suo corpo,
        con quale coraggio,
        penserai a me
        la chiamerai amore per non sbagliare
        e quante bugie le racconterai,
        dirgli ti amo come farai.
        Sono anni ormai
        che le mie mani sono su di te stampate,
        anche le mie unghie in fondo penetrate,
        nessuno sa delle nostre nottate,
        i tuoi caldi baci,
        i tuoi lunghi silenzi dopo l'amore...
        per ore mi tenevi stretta al cuore.
        Quando mi tempesti di telefonate,
        quando sei geloso del mio tempo, perché mi vuoi,
        padrone delle mie giornate,
        ma spesso non ci sei.
        Hai scelto senza poter pensare,
        ora ti aspetterò, guardando quella foglia,
        avrai tempo fin quando cadrà,
        finché di te, resiste la mia voglia.
        Ma quell'albero che ho scelto è sempre verde,
        non perderà mai le sue foglie,
        anch'io mi sono illusa di poterti dare un tempo,
        ma dalla mia finestra le stagioni passano lente,
        aspettandoti.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Sognarti

          Sognarti ancora, per ricominciare
          viverti ancora, per emozionare
          come un dado hai tante facce
          io continuo a giocare
          anche se i punteggi sono bassi
          gioco al rilancio e seguo la tua strada
          dando un calcio ai sassi.
          Difficile capirti e sopportare
          ma nonostante tutto
          questo tuo vuoto che si percepisce
          vorrei colmare
          ma tu chiuso nel tuo non essere, non fare
          non sentire, non amare
          allontani il mondo.
          Dimmi dove ci possiamo incontrare
          confrontare, parlare
          aprimi l'anima il cuore
          eppure io ti sento, io tento, io t'amo
          in tutti i modi te lo farò capire
          ormai è una sfida
          che mi sono imposta
          sarai mio
          non importa quanto questo, mi costa.
          Composta nel 2009
          Vota la poesia: Commenta