Scritta da: Anna De Santis

L'onore

Mia mamma me diceva, tempo fà
che perso l'onore,
niente te lo po' ridà,
non c'è prezzo pe lo ricomprà,
perduta hai l'onorabilità.
Quà passa er tempo
e sempre stanno attenta,
me sò tenuta tutto er mio candore,
ma quanno che la faccia se specchia,
me pare che stò a diventà vecchia.
Non sò se ho fatto bene
ad aspettar quando se conviene.
Penso che l'onore l'ho sarvato,
ma pe sentì la mia mamma,
niente ho provato,
tutti m'hanno lassato.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Dov'eri

    Dov'eri
    quando il mondo ha spostato i confini,
    ha creato dei nuovi assassini,
    ha mandato a morire bambini.
    Dov'eri
    quando le urla dei tuoi figli,
    non sono state sentite,
    dal vento e dalla pioggia attutite,
    da bombe e da forni bruciate.
    Dov'eri
    quando l'alba segnata da lutti,
    quanti morti inghiottiti dai flutti,
    e da mari in tempesta, terribili notti.
    Dov'eri
    Dalle nuvole forse vedevi offuscato,
    qui c'è un mondo malato
    su disgrazie sai, piove bagnato
    dov'eri
    Quando ho cercato il tuo aiuto,
    quando ho pregato muto,
    accanto al dolore di un vecchio malato.
    C'è un vuoto da riempire,
    c'è l'ingiustizia da capire,
    c'è l'indifferenza da spazzare,
    c'è la coerenza da tenere,
    c'è la pazienza da recuperare,
    c'è una voglia infinita di te, di pace e amore,
    Dove sei che ti vengo a cercare?

    Infinitamenta donna

    C'è un letto disfatto, ancor caldo,
    accarezzo con mano tremante,
    non ci sei, ma hai lasciato l'odore,
    ti stringo al mio seno,
    il cuscino diventa il mio amante.
    Come è dolce, poi senza parlare,
    rimanere a pensare,
    e m'invento di te,
    quello che potrei fare,
    per farti piacere.
    Ormai il gioco va avanti,
    e continuo a sognare,
    le tue mani il tuo viso,
    su tutta la pelle.
    È soltanto il tuo umore,
    ma io vedo le stelle.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      In alto volerò

      In alto volerò
      Il tempo mi darà ragione,
      sfumeranno i contorni, dei ricordi,
      dei giorni e della bella stagione.
      Non avrò certezze,
      eppure ci credevo, solo illusioni,
      son rimaste le mie carezze,
      con le mie canzoni.
      Un giorno in cielo volerò,
      con i miei sogni, fino a toccarlo,
      da lì butterò il cuore,
      che non è servito in certe occasioni.
      Quanta fatica per arrivare,
      per potermi esprimere,
      per poter cantare le mie emozioni.
      Ora sono arrivata, ringrazio Dio,
      per quello che ho avuto,
      di più non chiedo,
      passerò il tempo, cantando alla vita,
      e a chi mi ha capito,
      le mie canzoni.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        La prossima sarà tutta un'altra storia

        Sapevo di finire in pasto ai cani,
        ho voluto con forza quello che non era mio,
        l'ho inseguito, come una volpe la preda,
        ghermita e lasciata agonizzante.
        Ho avuto pietà ed ho leccato le ferite,
        profonde,
        non riuscivano a guarire,
        ed io a guardare, divertita da morire,
        lo lasciavo soffrire.
        Per un po' è stato bello da impazzire,
        mentre ferito lo sentivo gridare,
        poi è guarito ed ora più non soffre
        ma al mio amore più non si offre.
        Ho sentito da lontano dei cani il latrare,
        me li ha rivolti contro, per farmi dilaniare,
        forse ho sbagliato il mio modo di amare?
        La prossima sarà tutta un'altra storia,
        l'ho giurato al mio cuore.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Sinfonia

          Dolce, come una carezza
          una speranza nuova
          oggi mi trova
          apro la finestra ad una leggera brezza
          che muove tutto intorno
          una giornata nuova.
          Finalmente il sole, nella mia vita luce
          una primavera che mi fa libera e felice.
          Ogni nuvola in cielo si colora
          ora vedo tutto senza nebbia alcuna
          ed il mio cuore vola
          come quelle rondini
          che son tornate a ritrovare il nido...
          Io ho lasciato il mio, per non morire
          ho preferito non soffrire ancora
          posso dire con orgoglio
          che sinfonia ora ascolto
          e non sento più le tue parole
          si scorge sul mio volto
          che ha ritrovato il sorriso
          e tutto sento, senza sentirmi prigioniera
          finalmente mia...
          tutto canto è musica intorno
          ora c'è con la primavera una nuova magia.
          Anna De Santis
          Composta martedì 16 marzo 2010
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di