Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

La mia famiglia

Non esiste un posto diverso,
non esiste un verso, per parlare d'amore,
quello vero, che nasce da chi ti ha partorito,
da chi ti ha cresciuto,
ti ha seguito e capito.
I miei genitori, meravigliosi,
semplici nel loro agire,
ma vicini e saggi senza forzare,
hanno saputo fare di me quella che sono,
tutti i loro insegnamenti, i proponimenti,
mi hanno reso forte,
per proseguire nella mia strada.
Sono il regalo più bello che ho avuto,
ed in me è cresciuto, in questo cuore custodito,
il loro amore che non ha mai tradito.
Mai ho sentito la loro voce, bastava uno sguardo,
ed ogni volta mi son sentita fiera,
mi hanno sempre accompagnato senza intervenire,
mi han fatto sentire protetta e sicura,
della mia vita hanno avuto molta cura.
Devo dire che la sorte mi ha fatto un regalo,
per una figlia,
il più grande, il più raro,
questa meravigliosa famiglia.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Amore sublimato

    Avevo gli anni di chi non è niente,
    di chi risponde senza capire,
    di chi consigli non vuol sentire
    e si sente grande, grande da morire.
    Provare tutto il proibito,
    nonostante quello che ti punta il dito,
    non fare, non cadere, non avere fretta,
    ma al giusto non si dà mai retta.
    Ho voluto farmi male,
    con tanti sbagli, nonostante i consigli,
    e non ho avuto il coraggio di confessare
    quanto la delusione sa di sale.
    Ho voluto provare anche a far l'amore,
    amore sublimato,
    ma forse l'ansia della prima volta,
    amore deluso, in un attimo concluso.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Ricomincio da me

      Voglio un'emozione, finalmente mia,
      finalmente sola e decido io.
      A metà strada, cambio cartelli
      lascio la dritta e vado incontro ai guai.
      Voglio cominciar da capo,
      tutto quel che ho fatto
      non lo butto via,
      voglio chiudermi dietro
      tutte quelle porte
      e buttar via le chiave,
      voglio dimenticare, le giornate amare,
      cominciar da me.
      Fatemi sognare, ora ho tanta fretta,
      tempo più non c'è.
      Tutto quel che ho dato,
      ormai è storia passata,
      voglio nuove emozioni, nuove senzazioni.
      Voglio vivere in guerra con tutti
      e con me stessa,
      tutto questo tempo non ho parlato mai,
      voglio gridare, io voglio impazzire...
      Cambio strada, cartelli,
      cambio vita, ricomincio da me.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Natura insegna (collaborazione)

        Sono terra che accoglie gelosa i suoi semi,
        e li fa germogliare.
        Acqua li nutre e fa crescere fieri alberelli,
        il vento li culla
        e accarezza la chioma
        che sempre più folta diventa.
        Poi sole li scalda
        e linfa già scorre veloce
        rendendo già turgide foglie.
        Il cielo li avvolge,
        e sul suo azzurro sfondo
        si stagliano alberi alteri.
        Ormai son cresciuti,
        robusto è il lor fusto
        e pronto a far fronte all'incuria del tempo.
        Inverni assai freddi e tempeste
        posson solo scalfire qualche piccolo ramo.
        Natura c'insegna collaborazione
        tra i vari elementi,
        così nella vita istinto ed amore,
        primavera che viene
        troverà finalmente degli uomini veri.
        Vota la poesia: Commenta