Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Trema la terra

Notte di stelle, dorme il paese,
tra i lampioni qualcuno passeggia,
tra quei vicoli antichi,
la serena nottata e quel clima assai mite
non si aveva da un mese.
Ma ad un tratto quel cielo divenne pesante,
quella notte di stelle un boato scuarciò....
Non capire più niente,
la pacifica gente nel suo sonno turbò.
Fu l'inganno di un sogno, era dura realtà,
quanta polvere si alzò,
un momento e l'inferno,
tutt'intorno d'improvviso crollò.
Il risveglio non era per tutti,
e la vita smise di andare,
nella notte, troppi lutti,
e la fretta di scappare e non pensare,
ma girarsi verso amore,
e ricordi perduti,
rimane solo un immenso dolore.
Non rendersi conto che la morte passava,
in quella notte serena la terra tremava...
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Doppia solitudine

    Doppia solitudine
    E passa anche quest'anno,
    senza averti accanto,
    proprio in certi momenti
    le nostre solitudini soffrono insieme
    e sentono i battiti dei nostri cuori.
    Le nostre vite son state separate,
    ma ci siamo ritrovati e amati,
    era già scritto, era già detto.
    Bastano i nostri sguardi,
    sfiorarci la mano per capire che m'ami, che t'amo.
    Natale per me è un giorno che deve passare,
    non riesco a pensare che a te
    e questa lontananza mi fa impazzire,
    intorno non vedo né luci né colori,
    non riesco a stare fuori,
    tutto mi parla di te.
    Forse la vita un giorno ci farà questo regalo,
    unirà per sempre noi che siamo doppia solitudine.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Se sera sarà

      Se sera sarà,
      di feste ognuna, in cielo una stella brillerà,
      dove potrai sognarmi,
      se sera sarà,
      canterai canzoni, avrai emozioni,
      ed ognuna per amore vivrà,
      se sera sarà
      scoprirò la luna, da quella nuvola
      t'inventerò una favola, per farti quì dormire,
      se sera sarà
      e ti sarò accanto ancora, dopo questo incontro
      vorrò darti un bacio, abbracciarti forte,
      del mio cuore aprirti le porte
      solo allora se sera sarà... sarà sera.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Non è giusto

        Avevo dedicato quello che non era giusto,
        a te,
        che non hai mai capito,
        e carezzavo un sogno, ormai finito.
        Mai ho voluto credere,
        a quelli che di te sparlavano,
        preferivo non sapere,
        l'amore purtroppo chiude gli occhi,
        e dà retta solo al cuore,
        ma adesso non credo più alle favole,
        sono cresciuta e non sogno più,
        sì, ho fatto un grande errore,
        mi è tornata la voglia di volermi bene,
        di dare a chi lo merita,
        e sai bene che non è giusto
        concedersi allo stesso,
        che ti uccide umiliandoti.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Se non avessi

          Vent'anni, e non cammino,
          non ricordo nemmeno se sono stato un bambino,
          tra le braccia di mia madre sono nato
          che fino a che ha potuto
          mi ha cresciuto e sostenuto.
          Sempre ringrazio Dio per averla avuta.
          Quando ero piccolo, non mi sentivo diverso,
          adesso vivo ancorato ad una gelida sedia,
          senza questa sicurezza mi sentirei perso.
          La solitudine, è dentro al mio cuore,
          fuori intorno a me un immenso amore,
          qualche amico fa finta, il sorriso non nega,
          ma ho imparato a leggere negli occhi.
          La mia casa mi lega, è il mio porto sicuro,
          il computer, il mio cane, mio padre e mia madre,
          qualche volta ridiamo, qualche passeggiata,
          ma una lacrima scende e presto va asciugata,
          guardando un fiore che non posso cogliere,
          un viso che non posso accarezzare,
          quella bicicletta... non so pedalare,
          il mare, il sole mi fa male
          i miei occhi, senza futuro,
          sono abituati al chiuso della mia stanza,
          ho vent'anni, ma mi manca la speranza.
          Vota la poesia: Commenta