Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Il dolore

Ho visto nei tuoi occhi il dolore,
ogni lacrima scendeva e scavava dentro,
ho sentito la disperazione
da mezze parole.
Con la morte nel cuore potevi impazzire,
ma l'hai aspettato, senza capire,
contro quel tempo che non contava più,
guardando l'aereo che lo portava giù,
continuavi a pensare di farla finita,
troppo forte ormai sentivi la vita,
ma la sentivi perché ti distruggeva,
ti stravolgeva.
Maledetta guerra!
Davanti ad una bandiera,
sola con un figlio, che non conoscerà padre,
in grembo lo sentivi muovere insieme al tuo dolore,
e non l'avevi visto morire, te l'han detto
non volevi credere e non credi ancora,
ma quella medaglia puntata sul petto
quanto ti fa male, ti trafigge il cuore,
hai regalato per onore,
perché l'aveva giurato davanti alla bandiera,
quella che ora l'aveva coperto e accompagnato,
il tuo grande amore.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    A mio figlio

    Mio grande amore,
    per le tue bugie, dettate dai vent'anni
    stai distruggendo un sogno,
    per il tuo orgoglio e le tue manie.
    Non posso parlare, gridare,
    otterrei il contrario,
    né prenderti a schiaffi,
    fino a farti male.
    Ti posso solo amare,
    come solo una mamma sa fare.
    Non nasconderti dietro
    ai lasciami fare, non ti preoccupare,
    so dove andare, chi frequentare.
    Ti prego amore,
    la notte voglio dormire
    senza contar le ore.
    Non trovare giustificazioni
    alle tue azioni,
    ci son passata anch'io,
    Indietro non potrai tornare
    e quante mortificazioni!
    Non seguire sentieri tortuosi,
    non seminare in terreni infruttuosi,
    cerca di seguire il cuore,
    ti prego amore...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Paura d'amare

      Quando le tue braccia stringeranno il cuscino,
      nessun ricordo rimarrà, nel cuore
      mai niente proverai se non ti lasci andare.
      La tua vita scivola in un letto calmo,
      dove l'acqua non incontra inganno,
      dove le pietre non dovrai scansare,
      né le rapide attraversare....
      Non proverai gioia né dolore
      Se non hai mai avuto un amore
      per la paura di dover soffrire,
      e certamente comincerai a morire.
      Ora lanciati, è una folle corsa,
      una strada ad ostacoli da superare,
      stanca avrai modo di riposare
      ma se non provi cosa vuoi fare?
      Ricorda il rischio è sempre presente,
      ma è meglio vivere anche perdente,
      non lasciar scorrere questa tua età,
      perché il tuo cuore, senza provare, ne morirà.
      Vota la poesia: Commenta