Scritta da: Anna De Santis

Il bacio

Voglio un milione di baci
non stancarti mai
dammene tanti
come tu li vuoi
dammene ancora
come tu più puoi
come già sai.

Voglio sentirti caldo
scorrere su di me
voglio sentirti vivo
dove io voglio te.

Amami con passione
accendi il desiderio
spegni con le tue labbra
ogni mia voglia
varca ogni mia soglia
ti aspetto davanti ogni mio uscio
vieni, non serve forzare.

Tra le mie braccia ti abbandonerai
ma tu continua a baciarmi
non te ne pentirai.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    La vendemmia

    S'alzò la gonna per salir sul carro,
    tra i cesti per raccoglier l'uva.
    Avea le cosce ben tornite
    e le labbra di vino saporite,
    coperta era di mosto,
    mentre l'uva pestava, tutta di sangue grondava,
    fin nel suo seno turgido, c'era uva vermiglia, una meraviglia.
    Da un gran calore l'aria fu pervasa,
    l'uomo che svuotava i tini, la guardava,
    e mosto e amore, complici nel cuore,
    un bacio ardente al calor del sole,
    tanta voglia di lei,
    poi non capì più niente,
    ma a sera si trovarono stretti in quell'abbraccio
    tra l'euforia del mosto profumato,
    non fu peccato.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      mattinata con processione a mare

      Apri la finestra, stamattina è festa
      senti le campane
      è la giornata del pescatore
      metti la coperta al sole
      goditi quel fiore
      sul balcone.

      Guarda... c'è un gabbiano
      sul tuo cielo
      pronto a planare
      su una barca che torna
      e di fiocchi e lustrini già s'adorna.
      .
      Una tradizione che resta
      tutta da scoprire
      l'aria salmastra si respira
      il mare ha sparsi merletti e diamanti
      di luce brilla e di onde spumeggianti
      sembra si sia vestito
      per quest'occasione
      con i colori dell'arcobaleno.

      Tutte le barche illuminate
      a sera ci sarà la processione.

      Ogni anno tutti i pescatori
      ringraziano la Vergine Maria
      la portano in giro per il mare
      che ad ognuno dà vita
      perché la pesca sia sempre più proficua.

      Si muove da lontano
      quella scia di luci
      intanto s'ode un canto
      il cuore s'apre questa sera
      una lacrima, una preghiera...
      ognuno che si avveri un desiderio, spera.

      Poi improvvisa una chiarore sopra il mare
      come di giorno
      Illumina la notte, si vedono le sponde
      è tutto il bello che sembrava una magia
      e che ci dava pace
      in un momento
      affoga tra le onde.
      Anna De Santis
      Composta nel 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di