Poesie di Anna D'Urso

Nato mercoledì 17 febbraio 1965 a Palermo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Anna D'Urso

Alter ego

L'altra me affogherebbe nel silenzio,
l'altra me darebbe l'assenzio,
accartocciata nella parte peggiore
sarebbe in questa vita al livello inferiore,
lei completa me stessa,
ragiona con la testa, che stress!

Non la lascio comandare
nelle faccende di cuore,
in quelle dell'amore,
se fosse per lei starei al sole
senza saper cos'è soffrire per amore.
Anna D'Urso
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna D'Urso

    Refurtiva

    Ti ho lasciato il mio sapore sulle labbra
    l'odore della pelle sulla tua,
    gli attimi vissuti in confidenza
    le frasi che dicevo con pazienza,
    ti sei preso una parte del mio essere
    componendo un canto melodioso
    e come uccel di bosco sei andato
    a cercar cibo in altro luogo.
    Com'è difficile capire
    quel che tu volevi dire,
    com'è difficile sperare
    che tu mi possa ritornare
    ciò che hai rubato nel mio cuore.
    Anna D'Urso
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna D'Urso

      Il mio corpo non è tuo

      Non hai mai preso le mie mani
      neppure hai baciato il mio viso
      hai lasciato che il sole riscaldasse
      il mio cuore senza il tuo sorriso,
      non senti gelosia se gli altri fanno
      quel che tu vorresti con affanno,
      non trovi fastidio nel sapere
      che altri occhi stanno a guardare,
      che la mia pelle è esposta al vento
      in balia del sole o della tormenta,
      ma tanto non t'importa di ciò che faccio
      hai perso l'occasione di un abbraccio,
      non pensi che altri possano sfiorare
      ciò che vorresti invece avere?
      Anna D'Urso
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna D'Urso

        Polvere

        Nei cassetti della memoria solo polvere che noia!
        Affondo le mani per cercare un ritaglio, un
        appiglio che mi faccia ricordare il battito del tuo
        ciglio,
        solo vuoto, spazio immenso che rimbomba in un
        prato sconfinato, nel tuo essere di sempre, il
        nulla, il niente, il silenzio.

        Quel che era delle notti ora è fumo nei tuoi occhi,
        quel che sembra il domani ora è cenere nelle
        mani,
        quel che vuoi per dispetto ti ha già fatto lo
        sgambetto,
        sei caduto e ora strisci come un verme e pure
        ferisci,
        non sei umile nel dire le parole che hai nel cuore,
        le trasformi in una lama che taglia in due la mia
        anima.
        Anna D'Urso
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna D'Urso

          Quello che di te è...

          Ti sei lasciato andare nel tuo lento camminare
          hai perso l'ago del destino,
          forse non ti ero vicino,
          ma ti ho preso per mano, andavamo piano,
          però ti sei fermato e hai perso il fiato.
          Cercami nel sapore dei tuoi sogni,
          fa che il giorno non dormi
          che il vento ci accarezzi ancora
          che i fiori si colorino per noi
          che rinasca il cuore prima o poi.
          Anna D'Urso
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di