Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Anna D'Urso

Nato mercoledì 17 febbraio 1965 a Palermo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Anna D'Urso
Una mano ti sfiora, è la mia,
piccole rughe che segnano il tempo,
colori sbiaditi da pochi anni vissuti e mai goduti,
il velo del tramonto sui tuoi occhi oscura il mondo,
le ciocche sanno di sale,
ribelli e scomposte come la tua vita che fugge lontano,
sognando nuvole d'amore,
nuvole di sogni che non vivrai mai se il tuo cuore smetterà di scandire il tempo del tuo tempo,
il tempo di te e di me...
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna D'Urso

    Inutile furto

    Sono una ladra, ho rapito il tuo cuore,
    ti ho ricattato, ma non è servito,
    me lo hai lasciato incustodito
    e ora sei freddo e impaurito.
    Te lo ridò indietro
    non so che farne
    se vuoto d'amore
    è solo di carne.
    Volevo tenerlo per il tempo futuro
    far batterlo insieme,
    ma ormai è duro
    come una pietra che giace sul fondo
    di un sogno sommerso nell'oceano profondo...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna D'Urso

      Testamento

      Ho provato a stringere i tuoi pensieri in un pugno,
      sono volati via con il vento,
      io sono il tuo foglio e tu la penna,
      scrivi ciò che è stato della tua gemma
      che tanto risplendeva in assenza di luce
      e ora opacizza la tua dolce voce...
      Faccio testamento per quando non ci sarò
      ti lascio la luce dei miei occhi
      accendi un bel falò,
      ti lascio le mie rime d'amore
      e quando avrai voglia le metterai nel cuore,
      ti lascio la mia anima che accompagnerà la tua
      per quando ti sentirai solo in mezzo alla tua via,
      ti lascio un ricordo mai avuto
      un brivido non dato
      un amore disperato
      un cuore che ha tanto amato...
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna D'Urso

        Alter ego

        L'altra me affogherebbe nel silenzio,
        l'altra me darebbe l'assenzio,
        accartocciata nella parte peggiore
        sarebbe in questa vita al livello inferiore,
        lei completa me stessa,
        ragiona con la testa, che stress!

        Non la lascio comandare
        nelle faccende di cuore,
        in quelle dell'amore,
        se fosse per lei starei al sole
        senza saper cos'è soffrire per amore.
        Vota la poesia: Commenta